Washington, trovato morto Dan Rapoport, uomo d’affari anti-Putin

Redazione
18/08/2022

I testimoni dicono che l'uomo, forte contestatore del Cremlino di origini lituane, si sarebbe gettato da una finestra. La moglie non ci crede, la polizia indaga.

Washington, trovato morto Dan Rapoport, uomo d’affari anti-Putin

Dopo le morti misteriose di un discreto numero di banchieri e oligarchi nel corso degli ultimi mesi, dall’inizio dell’invasione della Russia in Ucraina in poi, si indaga sul decesso di un’altra personalità russa. Si tratta di Dan Rapoport, un uomo d’affari d’origine lettone ma con passaporto americano, con un trascorso professionale a Mosca. L’uomo, fortemente critico nei confronti di Vladimir Putin, è stato trovato morto domenica scorsa a Washington. Adesso sul suo decesso indaga la polizia, sebbene alcuni testimoni abbiano visto Rapoport gettarsi dalla finestra.

La polizia indaga sulla morte di Dan Rapoport

I testimoni hanno allertato gli agenti dopo aver visto l’uomo gettarsi dalla finestra. Il suo cadavere è stato ritrovato riverso al suolo di fronte a un elegante palazzo del centro della capitale degli Stati Uniti d’America. Dan Rapoport aveva un cellulare distrutto dalla caduta, la sua patente della Florida e 2.620 dollari in contanti addosso. La polizia sta indagando per essere certa che non si tratti di un omicidio e pare che ad oggi non ci siano prove che possano portare a questa tesi. Resta solo l’ipotesi del suicidio, fortemente respinta dalla moglie Alyona, che afferma di non crederci.

Washington, trovato morto Dan Rapoport, uomo d'affari anti-Putin. Il 52enne caduto da una finestra: probabile suicidio, ma si indaga
L’uomo contestava da anni l’operato di Vladimir Putin (Getty)

La moglie: «Non è suicidio»

Dan Rapoport contestava apertamente l’operato del presidente russo Vladimir Putin e già nel 2010 si era schierato a sostegno del dissidente Alexey Navalny. La sua morte ha incuriosito e insospettito tanti cittadini americani. Ma non c’è nessuna prova che porti a un omicidio. La moglie Alyona, però, continua a sostenere che non si tratta di suicidio: «Non c’è stata nessuna nota, nessun suicidio». La donna è ucraina e racconta che «Dan ci ha fatto uscire da Kyiv e poi era ritornato per aiutare il mio Paese, poi avremmo dovuto rincontrarci negli Usa».

Chi era Dan Rapoport 

Dan Rapoport aveva 52 anni ed è nato a Riga, in Lettonia, quando ancora il Paese era membro dell’Urss. Tra gli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000, ha lavorato per diverse società finanziarie russe. Poi ha aperto il Soho Rooms, celebre locale di Mosca, nel 2007. Cinque anni più tardi lascia la Russia e si sistema negli Stati Uniti, a Washington, dove vive per altri quattro anni. Nel 2016, infatti, si trasferisce a Kyiv e lì inizia a contestare apertamente il Cremlino. Nel 2017 ha venduto la sua casa di Washington a Ivanka Trump e Jared Kushner, per 5,5 milioni di dollari.

Washington, trovato morto Dan Rapoport, uomo d'affari anti-Putin. Il 52enne caduto da una finestra: probabile suicidio, ma si indaga
Dan Rapoport (Twitter)