Vincenzo Mollica sbarca a teatro con L’arte di non vedere

Redazione
11/12/2023

L’11 gennaio sarà all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il 15 all’Arcimboldi di Milano. Un racconto intimo dalla diagnosi della cecità agli incontri con le star, da Battiato a Loren e Celentano. Sul palco anche il pianista Enrico Giaretta. Biglietti disponibili su Ticketone.

Vincenzo Mollica sbarca a teatro con L’arte di non vedere

Ha raccontato per decenni la musica italiana e internazionale, il grande cinema e i volti della tivù. Vincenzo Mollica, narratore per eccellenza dello spettacolo, sbarca a teatro con uno show intimo e personale, in cui si mostrerà al pubblico con aneddoti sulla sua infanzia, la cecità e il suo lavoro. L’arte di non vedere infatti si presenterà come un monologo che, nella forma di una vera e propria confessione, porterà il giornalista a rievocare vecchi ricordi in compagnia di illustri ospiti a sorpresa ancora avvolti dal mistero. Lo show arriverà l’11 gennaio all’Auditorium Parco della Musica di Roma e il 15 all’Arcimboldi di Milano per due date uniche prodotte da Concerto Music in collaborazione con Vigna PR. Biglietti in vendita sui siti ufficiali dei teatri e su Ticketone.

Vincenzo Mollica a teatro, cosa sapere sullo show L’arte di non vedere

Il nuovo spettacolo di Vincenzo Mollica si propone di portare gli spettatori dietro le quinte della sua vita e della sua carriera professionale. Con un racconto che partirà dalla sua infanzia in Calabria, il giornalista farà da guida in una storia che avrà come protagonisti tutti i grandi volti dello spettacolo italiano e non solo. Il monologo partirà come detto dall’infanzia quando, a soli sette anni, i medici gli diagnosticarono una cecità che lo avrebbe colpito durante la vecchiaia. Si passerà dunque ai primi anni di lavoro in cui incontrò, ironia della sorte, diversi artisti non vedenti tra cui il cantautore e polistrumentista del Michigan Stevie Wonder e lo scrittore Jorge Luis Borges. Fino ad arrivare agli ultimi incontri con Andrea Camilleri. Nel mezzo però ci sarà spazio per gli insegnamenti di Federico Fellini, regista che gli illustrerà un «modo per guardare oltre» fin da ragazzo.

Vincenzo Mollica porta la sua vita a teatro con L'arte di non vedere. L'11 gennaio all'Auditorium di Roma, il 15 all'Arcimboldi di Milano.
Vincenzo Mollica a Domenica In il 10 dicembre (Screenshot YouTube).

L’arte di non vedere porterà gli spettatori a conoscere interessanti e inediti retroscena di Vincenzo Mollica, tra cui i tanti incontri con le star di musica, teatro e cinema. Il giornalista rievocherà le sue chiacchierate con Sophia Loren e Marcello Mastroianni, ma anche Pedro Almodovar e Robert De Niro, solo per citarne alcuni. E ancora, ricorderà gli aneddoti della Mostra del Cinema di Venezia legati a Gina Lollobrigida, Paolo Conte e Franco Battiato, senza tralasciare Fiorello, Roberto Benigni e Adriano Celentano, passando per Alda Merini e Lucio Dalla. Mollica richiamerà alla memoria i tanti Festival di Sanremo in cui, dal suo balconcino, ha incoraggiato e sostenuto cantanti e conduttori prima di salire sul palco dell’Ariston. Lo spettacolo avrà le musiche e le sonorizzazioni di Enrico Giaretta, che si esibirà dal vivo al pianoforte.

L’annuncio a Domenica In: «Non ho perso la speranza»

Vincenzo Mollica ha offerto alcune anticipazione a Mara Venier, durante la puntata di Domenica In andata in onda il 10 dicembre su Rai1. «Nello show racconto quello che mi è capitato da vedente e da non vedente nella vita», ha detto il giornalista. «La verità è che non vedo niente a qualsiasi distanza, ma non ho perso la speranza». Ha poi sottolineato di aver avuto la fortuna di fare il mestiere dei suoi sogni, che lo ha portato a incontri unici e significativi. «Quelli che fingono di vedere tutto, alla fine vedono poco se non capiscono ciò che vedono». Tanti i messaggi di affetto da parte delle star, tra cui Adriano Celentano che ha annunciato un nuovo show in tivù. «Ti piacerà, Vincenzo», ha spiegato il Molleggiato nel suo messaggio. «Non so ancora dove andrà in onda, se sulla Rai o La7».