Turismo, Coldiretti: «300 mila russi in meno compensati da americani e tedeschi»

Annarita Faggioni
12/08/2022

I viaggiatori stranieri si sono moltiplicati, + 216% per il 2022.

Turismo, Coldiretti: «300 mila russi in meno compensati da americani e tedeschi»

«L’Italia è il solo Paese al mondo che può contare primati nella qualità, nella sostenibilità ambientale e nella sicurezza della propria produzione agroalimentare che peraltro ha contribuito a mantenere nel tempo un territorio con paesaggi di una bellezza unica». Così il presidente di Coldiretti Ettore Prandini spiega i dati sul turismo in Italia nel 2022, con particolare riferimento all’estate. Analizzando i dati forniti da Bankitalia, per Coldiretti emerge l’assenza dei turisti russu altospendenti. Ben 377mila mancano all’appello, per un totale di 386 milioni di euro in meno. Per fortuna, l’Italia può contare sui turisti americani, tedeschi, francesi e inglesi, che riescono a compensare questa mancanza.

Il turismo straniero e quello italiano: i dati Bankitalia per Coldiretti

Il tasso di cambio favorevole tra il Dollaro e l’Euro e due anni di pandemia spingono verso il turismo in Italia per Coldiretti. Nei primi quattro mesi del 2022 erano arrivati circa 15,8 milioni di stranieri, che sono aumentati con l’arrivo delle vacanze estive. I settori di maggiore spesa sono: tradizione, relax, divertimento… Ma soprattutto cibo, con circa un terzo del bidget speso in ristoranti, street food e souvenir a tema da portarsi a casa.

Sul turismo Coldiretti mostra dai dati 377mila turisti russi in meno, ma le presenze dagli Stati Uniti e dalla Germania compensano.
Turisti in attesa del bus.

Cosa fanno, invece, gli Italiani? I turisti italiani scelgono l’Italia. Ben 35 milioni vanno in vacanza nel Paese, nonostante il 4% medio dei rincari legati al costo dell’energia e alla guerra in Ucraina. In particolare, secondo Coldiretti: «Le vacanze 2022 degli Italiani registrano una netta preferenza sulle mete nazionali spinta da una maggiore prossimità ai luoghi di residenza, dal desiderio di riscoprire le bellezze d’Italia e dalla voglia di ritornare in posti già conosciuti dove ci si è trovati bene negli anni precedenti e si è più tranquilli rispetto ad ambiente, servizi e persone».

Gli italiani all’estero

Sul turismo Coldiretti mostra dai dati 377mila turisti russi in meno, ma le presenze dagli Stati Uniti e dalla Germania compensano.
Turisti con cappello paglia.

«C’è anche una quota del 23% di italiani, quasi 1 su 4 tra coloro che viaggiano, che ha deciso di trascorrere una vacanza all’estero nonostante i timori legati alla difficile situazione internazionale, ai costi e ai disagi del trasporto aereo» conclude Coldiretti.