I falsi positivi di Tripadvisor

Redazione
27/10/2021

Il sito web, specializzato in consigli su hotel e ristoranti, ha eliminato un milione di recensioni ingannevoli. Espulsi dalla piattaforma 20 mila utenti e cancellati molti commenti volgari o di istigazione a violare le norme anti-Covid. I dati dell'ultimo report.

I falsi positivi di Tripadvisor

Le fake news non risparmiano Tripadvisor. La celebre piattaforma di recensioni per alberghi, ristoranti e, più in generale, le strutture relative ai viaggi ha dovuto cancellare quasi un milione di giudizi ingannevoli. A rivelarlo è la stessa società statunitense nel suo rapporto annuale.

Lo scorso anno, Tripadvisor ha ricevuto circa 26 milioni di recensioni da parte di viaggiatori di tutto il mondo, la maggior parte delle quali rivolte a ristoranti e hotel, rispettivamente 12 e 8 milioni. Bacino principale è risultata l’Europa, con quasi la metà dei commenti geolocalizzati nel vecchio continente, seguita dal Nord America che ne ha raggruppati circa 6,5 milioni.

Su Tripadvisor il 3,6 per cento delle recensioni è fake

Il dato più allarmante è però quello che riguarda le recensioni false. Come sottolinea Tripadvisor, il 3,6 per cento (ossia circa un milione) si sono rivelate fraudolente. La società si è pertanto vista costretta a prendere provvedimenti contro 34.605 organizzazioni e ad espellere oltre 20 mila utenti per violazione degli standard della piattaforma. Fondamentale nella caccia alle fake è stato un algoritmo benigno, il quale ha permesso ai gestori della società di intercettare il 67,1 per cento delle frodi prima che raggiungessero il grande pubblico.

Il rapporto ha poi fornito anche dettagli sul fenomeno delle recensioni a pagamento. Spesso hotel e ristoranti raggirano il cliente comprando pareri positivi da utenti fittizi che migliorano l’appeal della struttura. Come sottolinea il Guardian, la società ha affermato di averle rimosse da 131 paesi differenti solo lo scorso anno, con un picco registrato in India. Inoltre, la società ha affermato di aver identificato 65 nuovi siti fraudolenti e bloccato gli invii da un totale di 372 diverse piattaforme.

Impennata di incitamenti contro le norme anti-Covid

Come ricorda Tripadvisor, le frodi hanno subito una forte impennata nel 2020 soprattutto in concomitanza con la pandemia. «Mentre il numero di recensioni è complessivamente diminuito in proporzione alla diminuzione dei viaggi», si legge nel comunicato ufficiale della società, «le recensioni false, che ovviamente non si basano sulle esperienze reali dei clienti, non hanno seguito la stessa tendenza».

Non solo frode però. Nel 2020, Tripadvisor ha cancellato oltre due milioni di recensioni poiché volgari e contrarie ai principi di buon costume. Diffuse anche quelle che incitavano i viaggiatori a violare le norme anti-Covid, scoraggiando i test e diffondendo disinformazione.