Sala da spettro

Fabrizio Grasso
28/10/2021

Dalla Green Lady di Scozia ai morti della Queen Mary in California: la top ten gli alberghi più infestati al mondo e le terrificanti esperienze vissute dai clienti in vacanza.

Sala da spettro

Stanze sporche o vetuste, colazione poco abbondante. Sono questi i problemi principali rintracciati nelle lamentele dei clienti d’albergo. Tuttavia, c’è anche chi denuncia la presenza di fantasmi o, più in generale, il verificarsi di fenomeni paranormaliTripadvisor ha raccontato le dieci storie più assurde e spaventose, raccontate dai turisti, imprevisti con i quali non pensavano assolutamente di doversi confrontare durante una vacanza.

Tripadvisor, i dieci alberghi più spaventosi secondo gli utenti

1- Hotel Monteleone, New Orleans (Louisiana)

Personale straordinario e disponibile, camere eleganti e una bellissima piscina coperta e riscaldata. Peccato solo per i fantasmi. Uno dei posti più terrificanti, secondo gli utenti di Tripadvisor, è l’Hotel Monteleone di New Orleans. «Nel mezzo della notte, mi sono svegliata certa che qualcuno mi stesse sussurrando alcune parole, ma non ho visto nessuno», ha scritto Kriten P. «Credevo di aver sognato, ma la mattina dopo mia figlia mi ha chiesto dove fosse andato il bambino che durante la notte le ha cantato una canzone e le ha solleticato i piedi».

Dalla Green Lady di Scozia ai morti della Queen Mary in California. Le storie più terrificanti in hotel raccontate su Tripadvisor
L’interno dell’Hotel Monteleone a New Orleans (Instagram)

2- The Kimberley Club and Boutique Hotel (Sudafrica)

«La notte più inquietante della mia vita». Così Claire Canter ha descritto il soggiorno con suo marito al Kimberley Club and Boutique Hotel in Sud Africa. Ante degli armadi che si aprivano d’improvviso, cerniere dello zaino che si muovevano da sole, figure evanescenti che si poggiavano sul letto. Non manca nulla per rendere la storia agghiacciante e spettrale, tanto da non far dormire nessuno per settimane. «La stanza era avvolta nel buio e l’unica fonte luminosa era la spia rossa della Tv. Improvvisamente è scomparsa, come se qualcuno fosse transitato davanti, e in quel momento il lenzuolo si è mosso da solo».

3- Omni Parker House, Boston (Massachussets)

Nelle aree nord degli Stati Uniti, a Boston, si trova l’Omni Parker House, storico simbolo della città dalla metà dell’Ottocento e, secondo alcuni visitatori, infestato dagli spettri. «Ero intento a guardare la tv e ho visto il profilo di quella che mi è sembrata una donna in vestaglia», ha raccontato l’utente Tabicma1. «Mia moglie stava dormendo e ho preferito non dirle nulla. Peccato però che tre giorni dopo mi ha raccontato anche lei lo stesso fenomeno». I due hanno allora deciso di disegnare su un tovagliolo quanto avevano visto e, incredibilmente, gli identikit combaciavano alla perfezione.

Dalla Green Lady di Scozia ai morti della Queen Mary in California. Le storie più terrificanti in hotel raccontate su Tripadvisor
L’esterno dell’Omni Parker House di Boston (Instagram)

4- Rosen Inn International, Orlando (Florida)

Se decidete di fare una vacanza a Orlando, in Florida, e prenotate una stanza nel Rosen Inn International, occhio alla camera 1170. L’utente florida27 ha infatti raccontato di aver visto un’ombra «nell’oscurità in un angolo della stanza, mentre dai muri sui lati si sentivano colpi indecifrabili». L’hotel, situato vicino all’Universal Orlando Resort, offre ogni comodità, fantasmi inclusi.

5- The Queen Mary, Long Beach (California)

Un hotel galleggiante costruito interamente su una nave da crociera. Stiamo parlando del The Queen Mary, lo storico albergo galleggiante che attira migliaia di visitatori all’anno a Long Beach, in California. Peccato che sia anche uno dei posti più infestati del pianeta, con ben 150 spettri, secondo la leggenda, nascosti nei meandri della nave. Usata negli anni dei conflitti mondiali per trasportare le spose dei militari in guerra, è oggi uno degli alberghi più belli in cui soggiornare, ma anche uno dei più spaventosi, come ricorda Tyrone Void. «Ho visto la sala da ballo stregata e il castello di prua, luogo di morte per tanti uomini (negli ultimi 60 anni, se ne sono registrati quasi 50, ndr.)», ha scritto l’uomo. «Nulla è però più terrificante della piscina, dove un ospite ha immortalato un fantasma in un suo scatto».

Dalla Green Lady di Scozia ai morti della Queen Mary in California. Le storie più terrificanti in hotel raccontate su Tripadvisor
La nave da crociera Queen Mary a Long Beach (Instagram)

 

6- Hotel Villa Convento, New Orleans (Louisiana)

Immaginate di dormire tranquilli, durante la vacanza con il vostro partner e di svegliarvi di notte, magari per bere un sorso d’acqua. Non appena aprite gli occhi però, incrociate lo sguardo di una figura femminile che vi fissa dall’altro lato della finestra. A raccontare la storia è Anthony R, il quale ha ricordato il suo soggiorno all’Hotel Villa Convento di New Orleans con il suo compagno. «L’ho vista chiaramente e nello stesso momento, qualcuno ha bussato alla porta. Il mio ragazzo è andato ad aprire ma non c’era nessuno e anche la donna al di là della finestra era misteriosamente scomparsa».

7- Lizzie Borden House, Fall River (Massachussetts)

La prima notte di nozze dovrebbe essere un momento felice e spensierato, ma non sempre è così. È quello che racconta Cindy_Liu che ha deciso di passare i primi momenti dopo il suo matrimonio nella Lizzie Borden House, a Fall River, in Massachussets. La casa vanta un passato a dir poco macabro, dato che la sua proprietaria Abby Borden vi trovò la morte nel 1892, vittima di un omicidio. «Ho registrato un messaggio in cui ho salutato i membri della famiglia Borden», ha scritto la donna. «Una voce mi ha chiaramente risposto con “Ciao”, sono certa appartenesse agli spiriti del passato».

Dalla Green Lady di Scozia ai morti della Queen Mary in California. Ecco le storie più terrificanti in hotel raccontate dagli utenti di Tripadvisor
L’esterno della Lizzie Borden House di Fall River (Instagram)

8- Fairmont Banff Springs, Alberta (Canada)

Che fareste se, appena giunti in hotel, lo staff vi dicesse che negli Anni Trenta una donna prossima al matrimonio è caduta dalle scale che state percorrendo ed è tragicamente morta? Probabilmente molti fuggirebbero in preda al panico, ma Mark Rust, in soggiorno con amici al Fairmont Banff Springs ad Alberta, in Canada, ha deciso di rimanere. «In sala da ballo, la mia fotocamera ha catturato alcune sfere luminose nonostante le luci fossero spente, ma il fenomeno più strano è avvenuto altrove», ha scritto l’uomo. «Sono passato davanti alla stanza 873, dove nel 1928 ebbe luogo un efferato omicidio, e ho sentito una mano sulla mia spalla. Mi sono voltato di scatto, ma non c’era nessuno».

9- Tulloch Castle Hotel, Dingwall (Scozia)

«Non ho mai creduto ai fantasmi e non penso di essere sensibile a questa roba, ma ho chiaramente percepito la presenza di un bambino sul letto accanto a me nonostante non ci fosse nessuno». A scrivere è SunnySpeaksEasy, utente che ha raccontato la sua esperienza nella stanza 8 del Tulloch Castle Hotel di Dingwall, in Scozia, uno degli hotel, si narra, più infestati della nazione. Qui infatti, un cimitero privato custodisce le tombe degli antichi proprietari della rocca, la famiglia Davidson. A infestare la casa è però, come sottolinea Spooky Isles, The Green Lady. Si tratta di una giovane ragazza che, in fuga dopo essere stata scoperta a letto con un uomo, rimane uccisa da una brutta caduta prima di raggiungere la sua stanza, oggi corrispondente alla camera numero 15.

Dalla Green Lady di Scozia ai morti della Queen Mary in California. Le storie più terrificanti in hotel raccontate su Tripadvisor
Una veduta del Tulloch Castle di Scozia (Instagram)

10- L’Fisher Hotel, Bacolod, Filippine

«C’erano fantasmi ovunque, dai corridoi bui alle scale fino alla hall». L’utente KTibbie ha descritto così il suo soggiorno nell’albergo L’Fisher, a Bacolod, nelle Filippine. Ad aiutarlo nella ricerca paranormale è stato un suo collega che, a sua detta, possiede un “terzo occhio” per avvistare gli spettri. Gli si può credere o meno, ma a sostegno della sua tesi ha riportato campanelli che si attivavano da soli e candelabri con vita propria. «Ero così spaventato che ho lasciato immediatamente la stanza e sono andato a dormire sui divani della hall in attesa del primo volo il giorno dopo».