Enac, boom del traffico aereo nel 2022: passeggeri quadruplicati

Redazione
03/08/2022

Esultano le compagnie e gli aeroporti: vicini i livelli pre-pandemici. E anche l'Enav fa registrare un utile raddoppiato fino a 27,7 milioni di euro.

Enac, boom del traffico aereo nel 2022: passeggeri quadruplicati

Per le compagnie aeree di tutto il mondo, soprattutto quelle low cost, l’estate 2022 è stata fin qui particolarmente calda. Centinaia di voli sono saltati, soprattutto da e verso l’Europa, a causa di scioperi o mancanza di personale di terra per colpa del Covid. Eppure per l’Enac, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, nel primo semestre dell’anno in corso i passeggeri si sono quadruplicati rispetto allo stesso periodo del 2021. Tra gennaio e giugno, quindi, il volume di persone che hanno viaggiato è aumentato notevolmente: «Un incremento del 314 per cento e sono più che raddoppiati anche i movimenti».

Enac, boom del traffico aereo nel 2022: passeggeri quadruplicati. L'incremento è del 314 per cento rispetto al primo semestre 2021
Lunghe code verso il check in (Getty)

Per l’Enac è un risultato «condizionato dalle restrizioni di inizio anno»

L’Enac in una nota ha spiegato che i livelli pre-pandemia non sono stati ancora raggiungi ma che sono tutt’altro che lontani. Basti pensare che per l’ente «Il risultato è comunque condizionato dai primi mesi dell’anno, in cui erano ancora in vigore stringenti restrizioni per poter volare». All’appello mancherebbero circa 20 milioni di passeggeri per pareggiare i dati del 2019. In ogni caso «la tendenza appare positiva. Rispetto all’anno scorso, si registra un incremento di passeggeri trasportati del 314 per cento. Più che raddoppiati anche i movimenti, vale a dire il numero di decolli ed atterraggi negli aeroporti italiani».

Enac: «Boom di partenze e arrivi dalle Americhe»

L’analisi dei dati passa anche dalla geografia dei voli. Per Enac a pesare sull’incremento è «il boom di partenze e arrivi dalle Americhe». L’ente spiega anche che influisce «la ripresa dei collegamenti con le destinazioni ad est dell’Europa: Medio Oriente e Asia. Complessivamente, il numero di passeggeri trasportati da e verso destinazioni extraeuropee, totalizza un +588 per cento che restituisce la fotografia di una rinnovata voglia di viaggiare».

Aumenta anche l’utile di Enav

Anche Enav ha diffuso i dati sul primo semestre, relativamente al fatturato. Gli utili sono raddoppiati per l’Ente Ente Nazionale per l’Assistenza al Volo, controllato dal ministero dell’Economia. Si parla di 27,7 milioni di euro. Tra i dati forniti si analizzano anche gli aeroporti che hanno fatto registrare l’incremento maggiore, alcuni tornati sopra i livelli pre-pandemici. Brindisi, Linate e Napoli Capodichino registrano gli aumenti maggiori, rispettivamente del 33, del 26 e del 20 per cento. Seguono l’incremento del 18 di Olbia e il 17 di Bari.

Enac, boom del traffico aereo nel 2022: passeggeri quadruplicati. L'incremento è del 314 per cento rispetto al primo semestre 2021
L’aeroporto di Milano Linate (Getty)