Tre palle e un soldo

Comandare è meglio che fottere (antico proverbio siciliano).

i piani di renzi per il centrosinistra
Ecce Bomba
Un Ulivo 2.0 senza Conte. Insieme con Pd e Azione di Calenda. Guidato se non da Draghi da un alto profilo istituzionale. L'ultimo piano di Renzi & Co per stare a galla.
i piani con cui l'establishment di Milano vuole riprendersi il corriere della sera
Fondazione Corriere
Cairo è in difficoltà, la vicenda Blackstone incombe, e l'establishment milanese sotto la regia di Intesa sogna di riprendersi il giornale rispolverando un'idea che fu di Giovanni Bazoli.
leadership Coraggio Italia: toti contro brugnaro
Foraggio Italia
La neonata formazione di Toti e Brugnaro è già in fibrillazione. Il nodo è la leadership. Il sindaco di Venezia porta gli schei e quindi pretende di comandare. Il governatore e i suoi al momento abbozzano.
Lo staff di vittorio Colao
Oro Colao
Il ministro per l'Innovazione ha messo in piedi una squadra di prim'ordine che va da Firpo a Fancello, passando da Colucci Fabrizio. Per una spesa complessiva che supera i 500 mila euro l'anno.
A2a dà problemi a Sala
Buio in Sala
La municipalizzata di Milano a2a sta dando problemi al sindaco, che ne è anche azionista. Black out reiterati nella rete e operazioni societarie dove sul presidente Patuano aleggia l'ombra del conflitto di interessi.
palenzona potrebbe tornare in Aiscat
Aiscat di guerra
Palenzona, costretto alle dimissioni da Bonomi, potrebbe rientrare come vice operativo spinto dall'ad di Aspi Tomasi. Che dopo aver proposto alla presidenza Gagliardi ha virato su Cattoni. I soci hanno protestato ed è scoppiata la video-rissa.
istituto bruno leoni e il nome dei donatori che mancano nei bilanci
Donatori di Leoni
L'Istituto che ha 'prestato' Stagnaro e Sileoni al governo Draghi non rende pubblici i nomi dei suoi finanziatori. E dire che una maggiore trasparenza eliminerebbe lo spettro del conflitto di interessi nemico di ogni liberista che si rispetti.
Orcel punta BPM: l'obiettivo del numero uno di Unicredit è arrivare ai cinque miliardi di incentivi fiscali per le DTA
Il gioco dell’Orcel
Il numero uno di Unicredit starebbe preparando l'assalto a Banco BPM. Il motivo? Accaparrarsi i cinque miliardi di incentivi fiscali in materia di crediti d'imposta e la possibilità di riavere a disposizione le fabbriche prodotti, cedute durante la gestione Mustier.
battaglia in Anas per successione Simonini
Una corsa sul filo di l’Anas
Il caso Bonsignore ha impresso una accelerata all'uscita dell'ad Simonini. Una poltrona che fa gola a molti. E una bella gatta da pelare per Ferraris, n.1 di Ferrovie. In pole Granati e Soccodato. Ma la partita, tra manovre e vecchie ambizioni, è ancora aperta.