Tre palle e un soldo

Comandare è meglio che fottere (antico proverbio siciliano).

nei piani di stellantis 12 mila esuberi da qui al 2024
Dodicimila di troppo
In un documento non ancora pubblico Stellantis indica il numero di tagli che vuole fare nelle fabbriche italiane. Il 18 per cento dei 66 mila dipendenti, tra operai e colletti bianchi, da qui al 2024 dovrà lasciare il colosso dell'auto.
draghi e il pasticcio della nomina ad anas poi ritirata di De Carolis
La sbandata
La nomina, poi saltata, di De Carolis in Anas fa infuriare Draghi. Che se la prende con l'ad di Ferrovie, Ferraris, il ministro Giovannini e il suo amico Giavazzi.
nessun commissariamento per enasarco
Enasalvo
Battaglia al ministero del Lavoro sul commissariamento dell'ente. Sconfitta la linea del direttore generale Concetta Ferrari, si decide di non procedere e dare tempo agli attuali vertici di sistemare la situazione interna.
mps non trova un compratore
Fortezza Bastianini
Il Mef non trova un compratore e l'ad di Montepaschi sta cercando di convincerlo (finora invano) che la banca può stare da sola. Ma la sua presidente, Patrizia Grieco, è del tutto contraria.
campagna elettorale da spiaggia per i politici
Lettino e cabina
Estate elettorale per i leader politici in vista dell'autunno. Nel centrodestra e nel Pd ci sono ancora parecchie grane da risolvere, per non parlare del M5s. Mentre Calenda continua il suo tour tra le periferie di Roma.
Il presidente Mario Draghi è impegnato su tre fronti: la nomina dei vertici Rai, la riforma della giustizia e il Monte dei Paschi di Siena
Tre spine per Draghi
Mentre tutti si contendono il presidente, cercando di strappargli la prima intervista in studio, Super Mario è impegnato su tre fronti. Dalle nomine dei vertici Rai alla riforma della giustizia che non piace ai grillini, passando per la questione Montepaschi. Ecco le grane del presidente.
i politici che partecipano al convegno dei Giovani Industriali
Tribuna politica
Il Convegno dei Giovani Imprenditori dovrebbe essere l'occasione per discutere di Confindustria e del suo ruolo. Invece il 9 e 10 luglio tra Genova e Rapallo va in scena una stucchevole passerella di tutti i segretari di partito.
manovre per sostituire Savona alla Consob
Prossima fermata, Savona
Complici i mal di pancia sindacali, torna il tema della permanenza alla guida della Consob del professore. Che non piace a Draghi, e di cui Marcello Minenna ambirebbe a prendere il posto.