Good Morning, Afghanistan

Il solo nemico che l’Afghanistan non può sconfiggere è se stesso (Khaled Hosseini).

tommaso claudi console italiano a kabul
Consoliamoci
Con elmetto al collo e giubbotto antiproiettile aiuta un bambino a superare un muro all'aeroporto di Kabul. La foto di Tommaso Claudi, diplomatico 31enne di Camerino, fa il giro del mondo.
usa biden e trump a confronto
Donald Biden
È stato eletto per voltare pagina dopo Trump, ma le mosse in politica estera del Presidente Usa non sono molto diverse da quelle del predecessore: dall'Afghanistan a Israele, passando per il centro America. Ecco perché.
i numeri dell'esodo afghano
I numeri dell’esodo
Nel 2021 secondo l'Unhcr più di mezzo milione di afghani hanno lasciato le loro case. Ora con la presa del potere da parte dei talebani, altre migliaia di persone tentano di fuggire all'estero. Ecco dove sono dirette e la risposta della comunità internazionale.
In Afghanistan si muore e i politici si azzannano su Twitter
Kabul de neige
Mentre in Afghanistan si muore, i politici si azzuffano nella bolla social e sguinzagliano i propri adepti nella caccia allo scivolone dell'avversario. Vorrebbero sembrare statisti, ma sono solo cortilai allergici a ogni complessità.
vent'anni di missione in Afghanistan: i ministri della difesa italiani
C’Herat una volta
Da Antonio Martino a Ignazio La Russa. Da Roberta Pinotti a Elisabetta Trenta. Per finire con Lorenzo Guerini. Vent'anni di visite dei ministri della Difesa in Afghanistan. La gallery.
La caduta di Kabul ha ancora una volta gettato luce sull'incapacità dell'Onu nel risolvere le situazioni più gravi.
Onuanisti
L'Afghanistan è solo l'ultimo esempio dell'autoreferenzialità delle Nazioni Unite. E della loro sostanziale incapacità di intervenire nelle situazioni più gravi. Dal Ruanda alla Libia fino alla Bosnia.
gli uomini più ricchi dell'Afghanistan
Il Capitale afghano
La maggior parte di loro ha fatto fortuna grazie agli americani. Fondando e gestendo imperi nelle costruzioni e nelle telecomunicazioni. Chi sono (o chi erano) gli uomini più ricchi del Paese.
i fallimenti in politica estera di angela merkel e della germania
Zitti e Mutti
Il bilancio della politica estera di Angela Merkel è costellato di errori di valutazione e passi falsi. A partire dal fallimento, dichiarato, in Afghanistan fino alla crisi ucraina.
Con i talebani al potere, e con la legge della sharia nuovamente in vigore, si apre il capitolo del futuro dell'Afghanistan
Talequali
Gli Studenti di Dio ora cercano legittimazione. Tra le linee guida del nuovo governo l'amnistia per chi ha collaborato con gli occidentali, lo stop al business della droga e maggiori diritti per le donne. Solo annunci di facciata o un tentativo di 'normalizzazione'? I possibili scenari.