Stasera in Tv: Una notte da Leoni 3, 5 curiosità sul film di Italia 1 che non sapete

Redazione
10/06/2021

Dall'assenza di Mike Tyson all'iniziale rifiuto dei protagonisti storici: tutto quello che c'è da sapere su Una notte da leoni 3, trasmesso stasera su Italia 1.

Stasera in Tv: Una notte da Leoni 3, 5 curiosità sul film di Italia 1 che non sapete

Stasera su Italia 1 a partire dalle 21,20 sarà trasmesso Una notte da leoni 3, ultimo capitolo della fortunata saga comica diretta da Todd Phillips che vede protagonisti Bradley Cooper e Zach Galifianakis. Uscito nel 2013 con il titolo di Hangover 3, chiude il cerchio dei quattro amici più pazzi della storia del cinema.

La trama di Una notte da Leoni 3

Leslie Chow, approfittando di una rivolta scoppiata nel carcere di massima sicurezza in cui era stato rinchiuso alla fine del capitolo precedente, riesce a evadere. Intanto Alan continua a combinare disastri, ma l’ultimo di essi provoca un pesante sfogo del padre che, colto da infarto, muore. Sua madre e sua sorella decidono quindi di farlo ricoverare in un istituto psicoterapeutico in Arizona. Doug si rivolge allora a Phil e Stu, affinché lo accompagnino nel viaggio, ma i quattro amici dopo varie peripezie finiscono nella città dove sono iniziate le loro avventure: Las Vegas. Risucchiati dal solito mix di perdizione e insidie, diventano protagonisti di una serie di gag esilaranti. Nel cast anche Ed Helms, Justin Bartha e Ken Jeong, oltre alla new entry Melissa McCarthy. Ecco però 5 curiosità che potrebbero esservi sfuggite.

1-  Un cachet per domarli tutti

Tre dei principali volti di Una notte da leoni 3 non erano convinti di tornare ancora una volta a vestire i panni degli strambi protagonisti del film. Si tratta di Bradley Cooper, Ed Helms e Zach Galifianakis, i quali credevano che dopo i primi due capitoli, la saga avesse perso slancio e attrattiva, poiché tendente a ricalcare le stesse trame. Un lauto di stipendio di 15 milioni a testa ha però messo le cose a posto e i tre hanno deciso di accettare, a patto però che non ci fosse stato un ulteriore capitolo.

2- Gli animali esotici del film

I tre capitoli della saga Una notte da leoni, accomunati dal storie molto simili fra loro, sono legati da un altro fil rouge ben più sottile. In ogni capitolo infatti compare un animale esotico differente, il quale è (suo malgrado) protagonista di una gag irriverente. Nel primo film era presente una tigre nelle vesti di “animale domestico” del pugile Mike Tyson, mentre nel secondo appariva la scimmietta fumatrice e spacciatrice di Bangkok. Anche questo terzo capitolo ha il suo tocco esotico, rappresentato nelle prime scene dalla giraffa che Alan simpaticamente vuol portare nella propria abitazione e che farà una triste fine in autostrada.

3- Mike Tyson abbandona il ring

Una notte da leoni 3 è l’unico capitolo dell’intera trilogia a cui Mike Tyson non ha partecipato. Se nel primo capitolo aveva un ruolo di rilievo, in quanto proprietario della tigre rubata dai protagonisti, già nel secondo film la sua presenza si era ridotta a un semplice cameo finale nelle vesti di cantante per matrimoni. Il pugile, tuttavia, aveva inizialmente manifestato interesse a comparire anche nel terzo capitolo, ma in un secondo momento ha preferito fare dietrofront.

4- Una produzione da premi Oscar

Il terzo capitolo presenta ben tre tra attori e cineasti nominati ai premi Oscar. Melissa McCarthy ne vanta due, la prima nel 2012 come miglior attrice non protagonista in Le amiche della sposa e la seconda nel 2019 come ruolo principale in Copia originale. Bradley Cooper invece ne ha ricevute persino otto, senza riuscire mai ad aggiudicarsi l’ambito premio, sfiorandolo in American Sniper e A Star is Born, dove ha recitato accanto alla popstar Lady Gaga. Nel 2019 è stato anche candidato nella sezione Miglior film proprio assieme al regista di Una notte da leoni, Todd Phillips, per il loro eccellente lavoro in Joker, di cui Cooper è produttore.

5- Una notte da leoni 3 non fa più ridere

Nonostante le grandi attese, alimentate dal successo ottenuto dai due precedenti capitoli, Una notte da leoni 3 non è stato apprezzato a sufficienza, soprattutto dalla critica, tanto che sul sito americano Rotten Tomatoes ha ottenuto solo il 19% di reazioni positive. Anche gli incassi sono stati “deludenti”,  soprattutto se rapportati a quelli del suo predecessore. Realizzato con un budget di 100 milioni di dollari, il film ne ha incassati poco più di 300 a livello globale, circa la metà di Una notte da leoni 2 e un terzo in meno del primo capitolo.