Spid, il riconoscimento di persona presso Poste Italiane diventa a pagamento

Redazione
05/11/2021

Continuerà invece a essere gratuita la modalità da remoto. Su 26 milioni di identità digitali erogate, più di 17 sono state rilasciate dagli uffici postali.

Spid, il riconoscimento di persona presso Poste Italiane diventa a pagamento

Poste Italiane ha deciso di rendere a pagamento il servizio di riconoscimento di persona per ottenere lo Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale necessario per accedere ai servizi digitali delle amministrazioni locali e centrali. Mentre prima il servizio era offerto gratuitamente nei 12.700 uffici postali d’Italia, adesso per ottenere in questo modo le credenziali bisognerà pagare 12 euro. Continuerà invece a essere gratuito il riconoscimento da remoto tramite l’app di Poste, via audio o video con carta di identità (Cie) o passaporto elettronici. Le Poste offrono inoltre altre modalità di attivazione dello Spid da remoto per i clienti Bancoposta e Postepay

Spid, l’autenticazione tramite Identity Provider

Per avere lo Spid bisogna rivolgersi agli Identity Provider, aziende accreditate da AgID (l’Agenzia del governo per l’Italia digitale) che forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti, elencate sul sito dedicato. Sono in tutto nove. Lo Spid in sé è gratuito, ma la registrazione e il riconoscimento dell’utente possono essere a pagamento, a seconda del gestore e della modalità. Il metodo più adottato è l’identificazione personale allo sportello dell’ufficio postale. Questo sistema, finora gratuito fino ad ora, sarà a pagamento. Alcune associazioni di consumatori, come Aduc hanno lamentato il passaggio a pagamento di questo sistema di riconoscimento: «Una persona poco pratica con le odierne tecnologie e che non ha modo di farsi aiutare è costretta a pagare 12 euro»

Spid, erogate 26 milioni di identità digitali

Per ottenere lo Spid occorre aver compiuto 18 anni. Al momento della registrazione, bisogna indicare indirizzo e-mail e numero di cellulare, avere a portata di mano tessera sanitaria e un documento di riconoscimento valido rilasciato da Autorità Italiane tra carta di identità, patente e passaporto italiano. Lo Spid ha durata illimitata ed è possibile eventualmente cambiare le credenziali. Secondo i dati de governo, al 24 ottobre sono state erogate quasi 26 milioni di identità digitali, con un incremento del 61,5 per cento da inizio 2021. Poste Italiane è saldamente al primo posto tra i gestori, con oltre 17 milioni di Spid rilasciati (di cui 5,3 nel solo 2021).