Il sommelier di Draghi premiato, il seggio di Ghedini e altre pillole del 19 agosto

Luca Di Carmine
19/08/2022

All'isola d'Elba l'Associazione della stampa estera in Italia ha premiato Alessandro Scorsone, l'uomo di Draghi per i vini a Palazzo Chigi. In Forza Italia è partita la caccia all'ambitissimo seggio del compianto Ghedini. Il figlio della Casellati all'Arena di Verona. Le chicche di Tag43.

Il sommelier di Draghi premiato, il seggio di Ghedini e altre pillole del 19 agosto

C’era il pienone di giornalisti stranieri all’isola d’Elba, per la cerimonia del “Premio Gruppo del Gusto” dell’Associazione della stampa estera in Italia. «Siamo felici che la Stampa Estera abbia scelto l’Elba per questo prestigioso appuntamento in cui crediamo fortemente», dice il sindaco di Portoferraio Angelo Zini, affermando che «si tratta di un evento impegnativo ma siamo certi che sarà un’ottima opportunità per mostrarci al mondo». Niccolò Censi, coordinatore della Gat – Gestione Associata del Turismo che va sotto il marchio di Visit Elba – sottolinea il valore dell’ospitalità assicurata dall’isola al battaglione di corrispondenti: «Poter avere qui oltre 100 giornalisti di tutto il mondo ci è parsa da subito un’occasione da non perdere che ci permetterà di aggiungere un importante tassello al lavoro di comunicazione pluriennale che stiamo portando avanti con la Gestione Associata. La possibilità di mostrare l’Elba in una delle stagioni migliori, in cui il clima mite ancora estivo si sposa con la ricchezza enogastronomica e gli appuntamenti culturali, sarà un ottimo spunto per la stampa internazionale, che potrà godere del soggiorno e riportare l’esperienza positiva negli articoli nei mesi a seguire».

Il sommelier di Draghi premiato, il seggio di Ghedini e altre pillole del 19 agosto
Alessandro Scorsone al lavoro con Emmanuel Macron.

Bene, ma chi sono i premiati? Per la categoria “miglior divulgatore”, ecco «l’uomo di Mario Draghi per i vini della presidenza del Consiglio», ossia Alessandro Scorsone. Questa la motivazione: «Sommelier di professione e maestro cerimoniere di Palazzo Chigi, Scorsone è soprattutto un italiano con il profondo amore per la sua terra e per uno dei suoi prodotti più belli e importanti: il vino».

Il sommelier di Draghi premiato, il seggio di Ghedini e altre pillole del 19 agosto
Il sommelier Alessandro Scorsone.

Per la categoria “realtà in gestione famigliare da 100 anni” ecco il ristorante Antica Pesa, meta storica dei presidenti degli Stati Uniti in visita a Roma: «La famiglia Panella gestisce questo locale di Trastevere da oltre 100 anni celebrando la tradizione culinaria romana. L’Antica Pesa è il ristorante romano per eccellenza, frequentato dalla ‘Roma bene’, dai personaggi della Dolce vita inseguiti dai paparazzi, e dalle star del cinema che ancora oggi non mancano di visitare il locale».

Non poteva mancare l’omaggio ai padroni di casa, che hanno coccolato il centinaio di giornalisti stranieri: per la categoria “miglior consorzio” premio al Consorzio di Tutela Vini dell’Elba, specificando che «dalla metà del secolo scorso la produzione vinicola è uno dei pilastri economici dell’Isola d’Elba ed è un esempio della “viticoltura eroica”, fatte su appezzamenti impervi ed esposti alle intemperie. Oggi all’Elba vengono prodotti diverse Doc e Docg. L’isola possiede 150 ettari di vigneti per una produzione annua di circa 400 mila bottiglie. Al Consorzio aderiscono 30 produttori locali. Punta di diamante è l’Aleatico passito dell’Elba, una tra le massime espressioni dei vini passiti italiani». E si torna a Roma carichi di bottiglie. Il premier Mario Draghi lo aveva detto, in occasione della cena della Stampa Estera a Villa Aurelia: «Vi auguro di continuare a lavorare così, tra un cappuccino al sole, un aperitivo in piazza. Il corrispondente in Italia è un duro lavoro, ma qualcuno dovrà pur farlo…».

Il forzista Occhiuto, Cuba e il Pci: Berlusconi cosa penserà?

Il forzista calabrese Roberto Occhiuto ha stipulato un accordo tra la regione che presiede e Cuba, per far arrivare in Calabria 500 medici. Chissà se Silvio Berlusconi sa che l’ambasciatrice cubana è impegnatissima nella promozione della sinistra. Ecco qualche esempio: il 20 maggio la rappresentante castrista “Mirta Granda Averhoff, e la responsabile politica dell’ambasciata di Cuba, Claudia Morgade Donato, a Terni per l’incontro ‘Cuba, sessant’anni di resistenza’, organizzato dalle associazioni ‘Sentieri Partigiani’ e ‘Antonio Gramsci’». Quindi, venerdì 5 agosto presenza alla Festa nazionale del Partito comunista italiano per parlare di “Cuba: l’embargo infinito. Per la libertà e l’autodeterminazione del popolo cubano” con il vice presidente dell’Associazione Nazionale Italia-Cuba, Walter Persello, un dibattito sarà coordinato da Sandro Scardigli, della segreteria regionale Pci Toscana e del dipartimento nazionale esteri del partito. Ma l’elenco è lunghissimo: certo Occhiuto non ha chiesto aiuto alla Regione Lombardia, nota “eccellenza” nel settore della sanità, che dovrebbe essere “amica” in quanto governata dal centrodestra. Interessante, comunque, il commento del parlamentare Francesco Cannizzaro, di Forza Italia, eletto nel collegio di Gioia Tauro: «Una mossa a sorpresa dall’alto profilo strategico e funzionale per tamponare l’emergenza Sanità in Calabria. Ha tirato fuori l’ennesimo asso dalla manica”. Sì, siamo al gioco d’azzardo…

In Calabria un drone ha sventato un incendio boschivo da parte di un piromane. L'episodio segnalato dal presidente Occhiuto su Facebook.
Roberto Occhiuto.

Quel seggio che Ghedini ha lasciato fa gola a molti in Forza Italia

Quando una persona scompare c’è sempre chi va a cercare il tesoro che ha lasciato. Nel caso di Niccolò Ghedini, non si tratta del patrimonio personale o dello studio professionale di avvocato ma della “eredità politica” che consisteva in un seggio al Senato. Anche alle prossime elezioni per Ghedini era dedicato un collegio blindatissimo, quello riservato a chi frequenta ogni giorno Silvio Berlusconi. Adesso tra quelli di Forza Italia è partita la caccia per conquistare quella poltrona sicura…

Il figlio della Casellati sul podio dell’Arena di Verona, ma per un’unica data…

Nabucco, all’Arena di Verona, nella serata di giovedì 18 agosto. Come recita un comunicato della stessa istituzione culturale, «per un’unica data, Orchestra e Coro areniani sono guidati dal Maestro Alvise Casellati, per la prima volta sul podio di un’opera integrale in Arena». Sì, «per un’unica data»…

Il sommelier di Draghi premiato, il seggio di Ghedini e altre pillole del 19 agosto
Maria Elisabetta Alberti Casellati e il figlio Alvise.