Sisma Centro Italia, disponibile il nuovo portale per gli incentivi

Claudio Vittozzi
08/08/2022

Il sito permette di richiedere il fondo complementare 2009-2016 che offre a imprese e amministrazioni pubbliche risorse aggiuntive e complementari rispetto a quelle stanziate in passato. 

Sisma Centro Italia, disponibile il nuovo portale per gli incentivi

La aree colpite dal sisma Centro Italia degli anni passati potranno ottenere incentivi statali grazie al nuovo portale online che fornisce aiuto pratico per riuscire a riceverli: qui le informazioni in merito a questa nuova misura.

Sisma Centro Italia: qual è il nuovo portale e a cosa serve?

Si chiama Nextappennino.gov.it il nuovo portale per aiutare tutti coloro che negli anni scorsi sono stati colpiti dal sisma del centro Italia. Questo sito web permette di accedere e richiedere il fondo complementare 2009-2016 che offre a imprese e amministrazioni pubbliche risorse aggiuntive e complementari rispetto a quelle che in passato sono state stanziate post sisma. La dotazione di questo fondo è importante, visto che ammonta a 1 miliardo e 780 milioni di euro. Quest’opportunità finanziaria viene offerta a ben 183 comuni delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria.

Grazie a questo portale, i cittadini, le amministrazioni pubbliche e le imprese hanno l’opportunità informarsi in merito alle agevolazioni che possono ricevere. Il portale ha obiettivi ben precisi ed è stato lanciato con lo scopo di favorire la transizione ecologica e digitale, migliorare fattori come sostenibilità, inclusione, prevenzione e occupazione di giovani e donne, valorizzare il patrimonio turistico locale e far rinvigorire l’urbanizzazione. Uno degli obiettivi è anche quello di migliorare le infrastrutture stradali e ferroviarie e migliorare le connessioni digitali.

Incentivi per le aziende colpite dal sisma Centro Italia

Il fondo complementare è stato infine pensato per fornire un pacchetto di incentivi per le imprese che sono state colpite dal sisma del centro Italia. Il totale degli incentivi arriva a circa 700 milioni di euro. Questi bonus possono essere erogati per favorire la nascita di nuove imprese che possano svilupparsi sui territori colpiti e farli fiorire dal punto di vista economico. Infatti, il pacchetto punta a sostenere investimenti produttivi e innovativi ma appoggia anche le nuove aziende che si occupano di inclusione sociale, turismo, cultura, sport ed economia circolare.