Sicilia Vola con Ita: arrivano gli sconti per chi rientra sull’Isola, come ottenerli

Redazione
09/11/2021

La riduzione riguarda anche i voli in partenza dagli aeroporti di Palermo e Catania per qualsiasi destinazione Ita. La procedura

Sicilia Vola con Ita: arrivano gli sconti per chi rientra sull’Isola, come ottenerli

Anche il progetto Sicilia Vola fa parte del nuovo programma ereditato dalla compagnia aerea ITA Airways. Si tratta di un progetto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili per fornire tariffe agevolate ai residenti siciliani che si muovono in aereo per ragioni di studio, svago o lavoro. Si tratta di sconti del 30 per cento sui voli da e per la Sicilia per studenti, persone con disabilità e altre categorie speciali.

Sicilia vola, a chi spettano gli sconti

La riduzione del 30 per cento del prezzo dei biglietti per i siciliani riguarda i voli in partenza dagli aeroporti di Palermo e Catania per qualsiasi destinazione prevista dalle rotte nazionali ed europee incluse nel network di ITA Airways e viceversa. Super gettonati i viaggi in direzione Roma Fiumicino e Milano Linate Oltre a essere residenti nell’Isola, gli aventi diritto devono avere come requisito comune un reddito lordo non superiore a 25mila euro e devono appartenere a queste categorie: studenti fuori sede; persone con disabilità gravi; lavoratori dipendenti con sede fuori dalla Sicilia; pazienti che devono sottoporsi a ricoveri, accertamenti o cure sanitarie fuori dalla Sicilia

Come ottenere gli sconti di Sicilia Vola

Coloro che vogliono ottenere lo sconto devono registrarsi alla piattaforma siciliavola.it tramite SPID di livello 2 o CIE.  Si dovrà, poi, compilare un’autocertificazione e scaricare il buono da inserire al momento dell’acquisto del biglietto sul sito ITA-Airways.com. Il buono può essere utilizzato entro tre giorni dalla data di generazione. Le tariffe sono valide fino al 31 dicembre 2022. Le risorse messe in campo dal governo per finanziare l’iniziativa quest’anno sono di 75 milioni di euro.

Da quanto s’apprende, però, il programma non basta a risolvere il caro biglietti sui collegamenti con la Sicilia. L’avvicendamento tra ITA e Alitalia non è coinciso però con il riconoscimento della cosiddetta continuità territoriale da parte della nuova compagnia aerea.