Senigallia, padre e figlio investiti e uccisi da un treno merci

Virginia Cataldi
18/08/2022

In Senigallia un padre e un figlio sono morti investiti da un treno merci. Il 63enne stava salvando il giovane che voleva togliersi la vita.

Senigallia, padre e figlio investiti e uccisi da un treno merci

Tragedia in Senigallia, dove un padre e un figlio originari di Perugia sono morti investiti da un treno in transito. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo di 63 anni, che si trovava in vacanza con la famiglia, avrebbe tentato di salvare il giovane che voleva togliersi la vita. 

Senigallia, padre e figlio uccisi da un treno merci

Tragedia a Senigallia, in provincia di Ancona, dove padre e figlio sono stati travolti da un treno merci, morendo sul colpo. Il dramma è avvenuto all’altezza del lungomare Mameli, a Nord della stazione di Senigallia. I due turisti originari di Perugia si trovavano in vacanza nella località marchigiana, come di consueto da diversi anni. Secondo le ricostruzioni, l’uomo di 63 anni avrebbe provato a salvare il figlio di 26 che era sceso sulle rotaie per togliersi la vita. A quel punto il convoglio in transito li avrebbe investiti senza lasciare loro scampo.

In Senigallia un padre e un figlio sono morti investiti da un treno merci. Il 63enne stava salvando il giovane che voleva togliersi la vita.
Un treno fermo a Kaliningrad (Getty)

Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, carabinieri, polizia e vigili del fuoco. Dalle ore 21 il traffico ferroviario tra Marotta e Senigallia è rimasto bloccato in entrambe le direzioni per consentire l’intervento dell’Autorità Giudiziaria.

Il terribile evento è accaduto sotto gli occhi della madre. Sotto shock anche il macchinista del convoglio che non ha potuto evitare la tragedia. Da diversi anni la famiglia trascorreva le vacanze estive in Senigallia, alloggiando in un’abitazione. Il figlio e la madre erano arrivati da alcuni giorni, mentre il padre li aveva raggiunti sabato scorso.

Dalle ricostruzioni è emerso che il 26enne soffriva da tempo di crisi depressive e gli stessi genitori, di fatto separati, si erano riavvicinati per stargli vicino. Nella stessa giornata era accaduto un evento che forse a posteriori poteva essere letto come un campanello d’allarme. La madre lo aveva riportato a riva dopo averlo notato fermo in piedi sugli scogli, di fronte al mare mosso, con lo sguardo perso nel vuoto da alcuni minuti.

In Senigallia un padre e un figlio sono morti investiti da un treno merci. Il 63enne stava salvando il giovane che voleva togliersi la vita.
Treno