Santo del giorno, il 26 gennaio si venerano i Santi Timoteo e Tito

Alberto Muraro
26/01/2024

Furono due tra i più fidati collaboratoti dell'apostolo Paolo che dedicò loro le uniche due lettere del Nuovo Testamento indirizzate a persone e non a comunità. Svolsero il ruolo di vescovi di Efeso e Creta.

Santo del giorno, il 26 gennaio si venerano i Santi Timoteo e Tito

Ogni 26 gennaio la tradizione cristiana ricorda come santo del giorno i Santi Timoteo e Tito ecco tutte le curiosità su di loro.

Il santo del giorno 26 gennaio sono i Santi Timoteo e Tito

Timoteo e Tito furono i due più stretti collaboratori dell’apostolo Paolo. Timoteo nacque a Listra da madre giudea e padre pagano, avvicinandosi alla comunità cristiana. Poiché aveva una buona conoscenza delle Scritture, fu molto ben voluto dai suoi fratelli. Passato da Listra verso l’anno 50 fu circonciso per volere di Paolo, che lo scelse come fidato compagno di viaggio. Insieme all’apostolo attraversò l’Asia Minore raggiungendo la Macedonia, arrivando infine a Corinto e impegnandosi all’evangelizzazione della città. Tito invece era greco di origine, proveniente da una famiglia pagana, e fu convertito dall’apostolo Paolo nel corso di uno dei suoi numerosi viaggi. Secondo la tradizione Paolo scrisse due lettere a Timoteo e una a Tito quando ricoprirono rispettivamente il ruolo di vescovi di Efeso e di Creta. Vengono entrambi  festeggiati il 26 gennaio, il giorno seguente alla festa della Conversione di San Paolo.