Santarelli in paradiso

Giovanna Predoni
18/06/2021

Dal primo settembre il giornalista sarà il nuovo capo delle relazioni esterne di Cdp. Torna quindi a lavorare con Dario Scannapieco, per il quale dal 2008 seguiva la comunicazione in Bei.

Santarelli in paradiso

Coppie collaudate che si riformano. Succede quando uno dei due, in questo caso Dario Scannapieco, lascia il suo precedente incarico, vice presidente della Bei, per prendere  le impegnative redini di Cassa depositi e prestiti. Marco Santarelli, 56enne giornalista romano che gli fa da comunicatore sin dal lontano 2008, presto lo raggiungerà. Sarà infatti lui, dal primo settembre di quest’anno, il nuovo direttore delle relazioni esterne di Cdp. Prenderà il posto di Davide Colaccino, veterano della Cassa e stimato professionista per il quale il periodo di ozio non sarà lunghissimo. Si porterà qualcuno da fuori o farà squadra con alcuni della nutrita squadra di comunicatori che a vari livelli già lavorano all’interno della struttura?

Santarelli dal 2008 ha lavorato a fianco di Scannapieco in Bei

A lui comunque toccherà interpretare dal punto di vista della comunicazione il nuovo corso della Cassa, che Draghi ha affidato a Scannapieco con l’input di una profonda riorganizzazione, un riordino del portafoglio partecipazioni e un deciso contenimento dei costi. Prima di andare in Bei, Santarelli è stato vicedirettore de Il Mondo, lo storico settimanale economico della Rcs che ha cessato le pubblicazioni nel 2014. E ancora prima aveva  lavorato anche per MF-Milano Finanza, come giornalista parlamentare e Vicecapo della redazione romana, al Messaggero e al Sole24Ore. Santarelli è laureato in Scienze politiche con una tesi su diritto dell’Unione europea.