Festival di Sanremo 2022, la Rai ufficializza il regolamento

Redazione
26/10/2021

La terza rassegna della canzone dell’era Amadeus avrà 24 artisti in gara con tre giurie autonome dei giornalisti, quella Demoscopica e il televoto

Festival di Sanremo 2022, la Rai ufficializza il regolamento

La Rai ufficializza le regole per il prossimo Festival di Sanremo che si svolgerà dal 1° al 5 febbraio. Si tratta della terza volta che a condurre la kermesse sarà Amadeus. Sono diverse le novità: la prima è che gli artisti in gara saranno 24, ciascuno con una canzone ovviamente inedita. Amadeus porterà sul palco 22 artisti che saranno selezionati da lui in qualità di direttore artistico, più i due vincitori di Sanremo Giovani la prima sera

Sanremo 2021: le regole per la giuria

Una prima rilevante novità è rappresentata dalla giuria: saranno tre, autonome, per i giornalisti accreditati nelle prime due serate. I professionisti dell’informazione, infatti, saranno divisi a seconda del medium su cui lavorano: carta stampa, radio e tv, web. Inoltre ci sarà la giuria demoscopica e la conferma del televoto.

Sanremo 2021: le serate

Confermate naturalmente le cinque dirette tv, da martedì a sabato, su Rai1, Raiplay e Radio 2. Venerdì 4 febbraio, come lo scorso anno, ci sarà la serata dedicata alle cover. Durante questo appuntamento gli artisti eseguiranno, soli o con un ospite che andrà concordato con la direzione artistica (cioè lo stesso Amadeus) una canzone che potrà essere selezionata tra i classici italiani e tra quelli internazionali anni ‘60, ‘70 e ‘80.

Come avverranno le votazioni dei cantanti in gara

Nelle prime due serate le tre giurie dei giornalisti voteranno per tipologia di medium: web varrà 33 per cento come tv e carta stampata, mentre la radio il restante 34 per cento. Nella terza serata saranno il pubblico, tramite televoto, e la giuria demoscopica a votare, ciascuno per il 50 per cento del complessivo. Nella quarta e quinta serata, invece, i professionisti dell’informazione, indipendentemente dal mezzo su cui producono, verranno uniti in un’unica componente, cui si aggiungerà il peso del televoto e della giuria demoscopica. Quest’ultima sarà composta da 1.000 giudici, selezionati secondo criteri di età, provenienza geografica che voteranno attraverso una app dedicata da remoto.