Sanremo 2024, Eros Ramazzotti all’Ariston: «Basta sangue, basta guerre»

Giuseppe Fontana
08/02/2024

L'appello dell'artista: «Oggi milioni di bambini non vedranno la Terra promessa». Proprio con questo brano nel 1984 il cantate ha vinto tra le Nuove proposte, quarant'anni fa. Due anni dopo, nel 1986, ha trionfato tra i Big con Adesso tu.

Sanremo 2024, Eros Ramazzotti all’Ariston: «Basta sangue, basta guerre»

Ospite della seconda serata del Festival di Sanremo 2024, è stato Eros Ramazzotti. Il cantante ha festeggiato sul palco dell’Ariston il 40esimo anniversario dalla pubblicazione di uno dei suoi brani più conosciuti, Terra Promessa. La canzone ha debuttato proprio sul palco di Sanremo nel 1984 e ha permesso all’artista di vincere nella categoria Nuove proposte. Non si è trattata, però, dell’unica sua vittoria. Ramazzotti è tornato al Festival anche nel 1985 tra i Big, chiudendo al sesto posto con il brano Una storia importante, con cui venderà poi oltre un milione di copie in Francia. Nel 1986 è arrivata poi la seconda vittoria all’Ariston, stavolta con Adesso tu (e in quello stesso anno vincerà poi il Festivalbar).

Ramazzotti: «Basta sangue, basta guerre»

Amadeus lo ha annunciato proprio parlando del «compleanno decisamente importante» di Terra Promessa. Il conduttore ha raccontato: «La sua storia è partita da Sanremo giovani, oggi quarant’anni dopo è qui». Eros Ramazzotti si è esibito tra gli applausi del pubblico, che ha cantato e ballato con lui. Poi ha affermato: «Grazie, che bello essere qui. Quasi 500 milioni di bambini vivono in zone di conflitto. Altri milioni non vedranno mai la terra promessa. Voglio dire solo una cosa: basta sangue, basta guerre. Pace».  Per il cantante è stato un ritorno un anno dopo l’esperienza all’Ariston al fianco di Ultimo, nella serata dei duetti.

Sanremo 2024, Eros Ramazzotti all'Ariston: «Basta sangue, basta guerra»
Eros Ramazzotti e Ultimo sul palco dell’Ariston nel 2023 (Getty Images).