Sanremo 2022, le polemiche su Ornella Muti: «Non distribuisco canne»

Redazione
01/02/2022

Dopo una foto su Instagram, l'attrice è stata oggetto di critiche da parte di politici di Fratelli d'Italia e non solo per aver mostrato ciondoli con raffigurata la pianta della cannabis. Lei si difende e spiega: «Parlo dell'aspetto terapeutico».

Sanremo 2022, le polemiche su Ornella Muti: «Non distribuisco canne»

Un post su Instagram insieme alla figlia Naike Rivelli ha scatenato una pioggia di critiche da parte di alcune forze politiche su Ornella Muti. Le due, nel backstage di Sanremo, si sono concesse un selfie durante una delle pause delle serrate prove che si tengono quotidianamente all’Ariston in vista del debutto del Festival. A scatenare le reazioni di alcuni partiti, tra cui Fratelli d’Italia, sono state le due collane indossate dalle donne, con pendenti altrettanti ciondoli con raffigurante la pianta della cannabis. L’attacco arriva a poche settimane dalla fondazione dell’Ornella Muti Hemp Club, un’associazione no profit fortemente voluta dall’attrice e dalla figlia per promuovere l’utilizzo della cannabis a scopo terapeutico.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Naike Rivelli (@naikerivelli)

Ornella Muti: «Non giro nel backstage distribuendo canne»

«Mi dispiace per questa polemica, non giro nel backstage distribuendo canne». La risposta di Ornella Muti, che oggi condurrà la prima serata del Festival di Sanremo al fianco di Amadeus, non si è fatta attendere. L’attrice da tempo sostiene l’uso terapeutico della sostanza e dopo la frase ironica ha spiegato le sue ragioni: «Io mi riferisco alla cannabis terapeutica, parlo di quello, non di un abuso di sostanze. Io, ad esempio, mi curo con l’omeopatia, ma non sono io a poter parlare dell’uso della cannabis terapeutica anche per i bambini epilettici e le persone malate. La cannabis viene legata erroneamente alla canna e non è per l’aspetto ludico. Mi rendo conto che i cambiamenti sono sempre spaventosi e difficili». Poi il pensiero alla madre: «Ha avuto anni difficili prima di morire, le è stata prescritta ma non sono riuscita a dargliela in tempo. A mia madre ho dovuto dare tanti psicofarmaci che le hanno annebbiato la testa e non riusciva riconoscermi più. Ognuno deve fare quello che si sente, ma anche avere il diritto di dire: io mi voglio curare così io mi sento bene così».

Sanremo 2022, le polemiche su Ornella Muti: «Non distribuisco canne». L'attrice, con la sua associazione, promuove l'uso terapeutico della cannabis
Ornella Muti e Naike Rivelli (Getty)

Gli attacchi a Ornella Muti

I primi ad attaccare l’attrice e conduttrice, volto noto dello spettacolo in Italia, sono stati Federico Mollicone, commissario di Vigilanza Rai, e Maria Teresa Bellucci, capogruppo in commissione Affari Sociali, entrambi di Fratelli d’Italia. «Riconosciamo in Ornella Muti una grande icona del cinema italiano», hanno esordito, «ma riteniamo improprio il sostegno alla liberalizzazione della cannabis espresso in un post da parte della co-conduttrice di Sanremo. Non vorremmo che Sanremo possa diventare il megafono delle posizioni del fronte della cannabis libera e del referendum». Immediato anche l’intervento di Dj Aniceto, il dj anti-droga, che ha definito «deprecabile» la foto delle due donne e ha lanciato l’appello agli organizzatori di Sanremo per rimuovere la Muti dalla conduzione.

Sanremo 2022, le polemiche su Ornella Muti: «Non distribuisco canne». L'attrice, con la sua associazione, promuove l'uso terapeutico della cannabis
L’attrice Ornella Muti (Getty)

Riccardo Magi a sostegno di Ornella Muti

Arrivano, però, anche parole di sostegno e conforto da chi ha capito ciò che l’attrice vuole veicolare. Riccardo Magi, senatore di +Europa e tra i fondatori del Referendum per la Legalizzazione della Cannabis. «Per ringraziare Ornella Muti del suo impegno e di aver portato la battaglia per la cannabis direttamente a Sanremo le abbiamo regalato un mazzo di fiori… stupefacente!» ha twittato.