Sandra Milo, da 8½ a Giulietta degli spiriti: 5 film per ricordarla

Fabrizio Grasso
29/01/2024

L’attrice e musa di Federico Fellini è morta all’età di 90 anni. Dall’esordio con Lo scapolo di Pietrangeli accanto ad Alberto Sordi al cult Il Generale della Rovere, le migliori interpretazioni della diva. Senza dimenticare la serie Prime Video Gigolò per caso con Christian De Sica uscita a Natale.

Sandra Milo, da 8½ a Giulietta degli spiriti: 5 film per ricordarla

Il cinema italiano dice addio a una delle sue icone più rappresentative. Si è spenta a 90 anni – ne avrebbe compiuti 91 l’11 marzo – Sandra Milo, attrice e conduttrice televisiva di incredibile talento che in carriera ha recitato per i grandi maestri del grande schermo. Indimenticabili infatti le interpretazioni per Antonio Pietrangeli, che la fece debuttare con Lo scapolo al fianco di Alberto Sordi, e Roberto Rossellini, ma anche Sergio Corbucci e Dino Risi. Senza dimenticare Federico Fellini, di cui fu musa tanto da guadagnarsi da lui il simpatico soprannome di “Sandrocchia”. Poliedrica e versatile, ha recitato anche nella serie Gigolò per caso con Christian De Sica, uscita su Amazon Prime Video il 21 dicembre 2023.

LEGGI ANCHE: Sandra Milo e la relazione segreta con Bettino Craxi

Sandra Milo, 5 film e una serie per ricordare la diva del cinema italiano

Lo scapolo di Antonio Pietrangeli, l’esordio al fianco di Alberto Sordi

Punto di partenza di una carriera indimenticabile, che ha attraversato quasi 70 anni di cinema, è stato il cult del 1955 Lo scapolo. Per la regia di Antonio Pietrangeli, Sandra Milo ha interpretato una giovane hostess di nome Gabriella, che un giorno incontra il ragioniere Paolo Anselmi, nei cui panni recitava il grande Alberto Sordi. Nonostante le inclinazioni da donnaiolo del protagonista, che non perde occasione per corteggiare le donne con cui ha modo di parlare, il rapporto tra i due inizia a diventare serio, tanto da spingere l’uomo a spiegare di non voler nulla di serio. Quanto la ragazza si trasferisce da Roma a Milano, riprende l’attività da dongiovanni ma finisce per non sentirsi mai appagato tanto da vivere nella solitudine. Prima di conoscere la signorina Carla (Madeleine Fischer) che lo porterà all’altare. Il film è disponibile sulla piattaforma Chili.

Il Generale Della Rovere, su RaiPlay il cult con Vittorio De Sica

È disponibile su RaiPlay, oppure tramite noleggio sulla piattaforma Amazon Prime Video, il film del 1959 Il Generale Della Rovere, diretto da Roberto Rossellini. La trama, che si svolge nella città di Genova durante l’occupazione nazista, si concentra su Emanuele Bardone, un truffatore campano che ha sempre vissuto di espedienti raggirando i parenti di deportati e condannati a morte. Spacciandosi per ingegnere o per un colonnello dell’esercito, ama divertirsi con il gioco d’azzardo e con le donne. Una mattina, tuttavia, viene arrestato dalle SS, tanto da rischiare la pena di morte. Per salvarsi, accetta di diventare una spia proprio per Hitler nel carcere di San Vittore sotto le mentite spoglie del generale Della Rovere. Sandra Milo interpreta Olga, una donna che ha amato il protagonista talmente tanto da aiutarlo nonostante ne sia rimasta vittima. Oltre a Vittorio De Sica, volto del protagonista, c’è anche Hannes Messemer.

Adua e le compagne (1960), così Sandra Milo sfiorò la Coppa Volpi a Venezia

Candidata ai Nastri d’argento, Sandra Milo sfiorò anche la Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia per la sua performance in Adua e le compagne del 1960. Diretta ancora una volta da Antonio Pietrangeli, l’attrice italiana ha interpretato la parte di Lolita, prostituta romana che con l’entrata in vigore della Legge Merlin che ha ordinato la chiusura le case di tolleranza si è ritrovata senza lavoro e senza denaro. Assieme alle ex colleghe Marilina, Milly e Adua decide di aprire una trattoria nella periferia della Capitale, con il solo obiettivo di organizzare una casa di piacere clandestina. Ad aiutarle c’è un uomo di nome Ercoli, che sborsa denaro a patto di ricevere alcuni vantaggi. Nel cast Simone Signoret, Emmanuelle Riva, Gina Rovere, Claudio Gora e Marcello Mastroianni. Il film è disponibile alla visione su Mediaset Infinity o tramite noleggio su Apple Tv+.

(1964), il cult con Federico Fellini che la rese una star mondiale

Se si pensa alla carriera cinematografica di Sandra Milo non si può non citare il suo rapporto con il grande Federico Fellini, di cui fu amante per 17 anni. «Le persone così nascono una volta ogni cent’anni» disse la stessa attrice nel settembre 2020 a margine dell’i-Fest International Film Festival di Castrovillari dedicata ai 100 anni del regista. La loro prima collaborazione fu nel cult , uscito in sala nel 1964 e che valse all’interprete il Nastro d’argento per la migliore interpretazione femminile da protagonista. Vincitore di due premi Oscar, tra cui quello come Miglior film straniero, si concentra sulla figura di Guido Anselmi (Marcello Mastroianni), cineasta 43enne in difficoltà nell’elaborare il suo prossimo progetto. In cerca di quiete, sta vivendo infatti un difficile periodo a livello sentimentale diviso fra la moglie e l’amante Carla (Sandra Milo), donna borghese dal fascino irresistibile. Il film è visibile su Mediaset Infinity.

Giulietta degli spiriti (1965), la seconda collaborazione con Fellini

Sempre con Fellini, Sandra Milo ha lavorato anche nel capolavoro del 1965 Giulietta degli spiriti. Fra i tanti premi cinematografici, si ricorda un secondo Nastro d’Argento per la diva italiana, che vinse come migliore attrice non protagonista. Disponibile, come nel caso di sulla piattaforma streaming di Mediaset, il film candidato a due Oscar e vincitore del Golden Globe vede Milo nei panni di Susy, femme fatale e vicina della protagonista Giulietta Boldrini interpretata da Giulietta Masina. Donna dell’alta borghesia romana, quest’ultima è sposata con Giorgio (Mario Pisu) con cui è prossima a festeggiare l’anniversario di matrimonio a Fregene. Nonostante l’apparente felicità, tuttavia, è logorata dal timore che l’uomo la tradisca con altre donne.

Gigolò per caso, l’ultima performance nella serie con Christian De Sica

Accanto ai tanti film della carriera, tra cui si potrebbero citare anche La visita di Pietrangeli, L’ombrellone di Risi o Il giorno più corto di Corbucci, Sandra Milo ha concentrato la sua arte anche alla televisione. L’ultima performance infatti è in Gigolò per caso, serie televisiva di Amazon Prime Video con protagonista Christian De Sica. In sei puntate, la trama racconta il singolare rapporto fra Alfonso e suo padre Giacomo, soprattutto dopo che quest’ultimo viene colto da infarto. Sul letto di ospedale, infatti, rivela al figlio di essere un gigolò e non un antiquario come ha sempre fatto credere. In piena crisi coniugale, il ragazzo decide di seguirne le orme prendendo il suo posto con le clienti. Una di queste è Marisa, interpretata da Sandra Milo. Nel cast anche Pietro Sermonti, Frank Matano, Stefania Sandrelli e Virginia Raffaele.