Ryder Cup, è trionfo Usa. Arrivederci a Roma nel 2023

Redazione
27/09/2021

La storica sfida tra Stati Uniti ed Europa si è conclusa con una netta vittoria degli americani per 19 a 9. La rivincita nel 2023 al Marco Simone Golf & Country Club di Roma

Ryder Cup, è trionfo Usa. Arrivederci a Roma nel 2023

Non c’è stata storia: la 43esima edizione della Ryder Cup va agli Stati Uniti che, in Wisconsin, superano per 19 a 9 l’Europa. Si tratta del margine più ampio dal 1979, da quando cioè è stata istituita la competizione. La sfida ha avuto luogo al Whistling Straits Golf Course di Kohler in Wisconsin. Gli Usa, capitanati da Steve Stricker, hanno potuto contare su una compagine decisamente più forte, con otto dei primi dieci giocatori al mondo. Lacrime amare per il campionissimo europeo Rory McIlroy.

L’en plein di Dustin Johnson

Nella compagine a stelle e strisce l’assoluto è protagonista è stato Dustin Johnson. Secondo nel world ranking, ha regalato cinque punti agli Stati Uniti vincendo tutti gli incontri disputati. Emulando così quanto fatto da Francesco Molinari nel 2018 a Parigi. L`ultimo americano a riuscire in questa impresa fu, nel 1979, Larry Nelson. Per Johnson anche il Nicklaus-Jacklin Award, da dividere con lo spagnolo Sergio Garcia, riconoscimento ricevuto dai due per sportività, lavoro di squadra e performance.

Appuntamento a Roma

Quella del Wisconsin va in archivio, la Ryder Cup tornerà protagonista nel 2023 a Roma quando, al Marco Simone Golf & Country Club e per la prima volta in Italia, si disputerà l’attesa sfida tra Europa e Usa. Appuntamento dunque tra due anni, con l’Italia che ha raccolto il testimone dagli Stati Uniti e si prepara ad accogliere il torneo di golf più importante al mondo.

Il risultato degli scontri

Come detto, è stata una Ryder Cup a senso unico. Nei doppi come nei singoli gli Usa hanno dominato, con l’Europa mai in partita. In vantaggio per 6 a 2 dopo la prima giornata, gli Stati Uniti hanno allungato il passo e chiuso la seconda sull’11 a 5. Alla ricerca di un autentico miracolo sportivo, nei 12 incontri singoli il Vecchio Continente ha conquistato un totale di quattro punti contro gli otto degli americani. Rory McIlroy ha illuso gli ospiti superando per 3/2 Xander Schauffele, medaglia d’oro ai Giochi di Tokyo.