Il caso Sangiuliano-FdI: l’Usigrai attacca il direttore e chiede risposte

Redazione
28/07/2022

Dopo che l'onorevole La Russa in diretta su Raitre ha detto che il direttore del Tg2 sarebbe tra chi è pronto a sottoscrivere il programma del partito, scoppia la polemica. Il sindacato e la commissione di Vigilanza chiedono una risposta dall'azienda.

Il caso Sangiuliano-FdI: l’Usigrai attacca il direttore e chiede risposte

La Rai è alle prese con un nuovo caso Sangiuliano. Il direttore del Tg2, che già a fine aprile scorso aveva partecipato alla convention di Fratelli d’Italia ricevendo le aspre critiche dell’Usigrai e dei partiti di sinistra, è stato nominato da Ignazio La Russa in diretta su Raitre. Gennaro Sangiuliano, che il politico chiama «Genni», viene inserito tra i presenti alla convention ma anche tra quelle personalità che l’onorevole definisce «compatibili con il governo e con l’Italia che vogliamo». La lista di nomi è quella di chi sarebbe pronto a sottoscrivere il programma del partito. E le polemiche potrebbero non essere finite qui perché domenica prossima Sangiuliano sarà moderatore alla Festa della Lega di Cervia/Milano Marittima.

Il caso Sangiuliano-FdI: l'Usigrai attacca il direttore e chiede risposte. Nominato da La Russa, sarebbe in procinto di sottoscrivere il programma elettorale
Gennaro Sangiuliano (Twitter)

Usigrai: «Ci aspettavamo una risposta»

Il sindacato Rai attacca. Dopo aver riportato le già citate parole pronunciate da Ignazio La Russa durante la trasmissione Mezz’ora in più, condotta da Lucia Annunziata, accusano i vertici dell’azienda. «Autonomia e indipendenza dei Tg della Rai, alla vigilia delle elezioni, per i vertici dell’azienda non sono più un problema», scrive l’Usigrai in una nota. Poi prosegue: «Dopo le parole di La Russa ci saremmo aspettati una risposta da parte dell’azienda. E per la verità nemmeno il direttore Sangiuliano, che pure avrebbe ragione di prendere le distanze da chi lo associa tra gli ideologi di un partito, ha fatto nulla per smentire l’onorevole La Russa».

L’attacco di Michele Anzaldi: «Fatto gravissimo»

Irrompe tra le polemiche anche la commissione di Vigilanza Rai. Il segretario Michele Anzaldi, deputato di Italia Viva, in un’intervista a VigilanzaTv ha dichiarato: «È gravissimo che il direttore del Tg2 abbia dato la disponibilità a sottoscrivere e a preparare il programma elettorale di Fratelli d’Italia, o forse lo abbia addirittura sottoscritto o lo stia preparando, così come è inaccettabile che si sia detto pronto ad avere eventuali ruoli politici in campagna elettorale e dopo le elezioni. Come può dirigere un telegiornale del servizio pubblico, a maggior ragione in campagna elettorale, chi assume simili posizioni nei confronti di un partito?». E ancora: «Dalle parole di La Russa scopriamo che dietro quella partecipazione c’è un vero e proprio progetto politico: come può dirigere un tg Rai, a maggior ragione in campagna elettorale, chi ha dato la disponibilità a sottoscrivere il programma politico di un partito?»

Il caso Sangiuliano-FdI: l'Usigrai attacca il direttore e chiede risposte. Nominato da La Russa, sarebbe in procinto di sottoscrivere il programma elettorale
Gennaro Sangiuliano è direttore del Tg2 dal 2018 (Twitter)