Quirinale, l’appello dei forzisti a Berlusconi: «Torni a combattere»

Redazione
28/01/2022

«Dimostri ancora una volta come agisce un vero patriota, un grande statista italiano, mosso dall’interesse esclusivo e preminente della nazione», si può leggere in una lettera aperta firmata dai parlamentari di Forza Italia, che lo invita a "scendere in campo" per il Colle.

Quirinale, l’appello dei forzisti a Berlusconi: «Torni a combattere»

Di fronte al balletto di questi giorni, alle montagne di schede bianche, alle frizioni tra leader politici, alle candidature spese solo per provocare, ai voti burla, non fa che aumentare il rammarico per gli esponenti di Forza Italia, a seguito del ritiro di Silvio Berlusconi dalla corsa per il Quirinale. Al punto che, promosso da vari senatori e deputati i forzisti, sta circolando una lettera-appello rivolta al presidente del partito, ancora ricoverato al San Raffaele di Milano, che lo esporta a «tornare a battersi» per il Colle.

Berlusconi, l’appello dei parlamentari di Forza Italia

«Egregio presidente, assistiamo ormai da giorni al balletto quotidiano di schede bianche, elenchi di nomi di fantasia, caminetti, conclavi, terne, rose, veti e controveti, sulla pelle delle nostre istituzioni repubblicane. Un teatrino politicante che non fa che aggravare la frattura tra popolo e classe politica». Questo l’incipit della lettera-appello, promossa in particolare dalla deputata azzurra e commissario a Milano, Cristina Rossello, e firmata da un centinaio di parlamentari di Forza Italia. «Avevamo creduto fortemente nella Sua candidatura alla presidenza della Repubblica come Le era stata proposta da tutti i leader dei partiti di centrodestra ed accolta con entusiasmo da ampie fasce della popolazione. Eravamo e siamo convinti che nessuno più di Lei abbia le caratteristiche adatte a rivestire la prima carica dello Stato».

Elezioni Quirinale 2022, la lettera-appello dei parlamentari di Forza Italia a Berlusconi: «Ci ripensi, torni a combattere».
Silvio Berlusconi (VINCENZO PINTO/AFP via Getty Images)

Berlusconi, la lettera dei forzisti: «Le chiediamo di tornare a battersi»

«Le hanno affibbiato l’etichetta di personalità “divisiva” poiché leader di partito, dimenticando strumentalmente che la maggior parte dei passati presidenti della Repubblica è stata scelta tra le file dei partiti politici e che chi varca le soglie del Colle si spoglia delle precedenti vesti per indossare la maglia della nazionale». Dopo una parte centrale in cui il documento ricorda tutti i successi di Berlusconi, nella politica, così come nell’imprenditoria e nello sport, la lettera si conclude così: «Le rivolgiamo un ossequioso appello affinché accolga il nostro grido d’allarme e revochi la sua decisione di rinunciare a concorrere per la presidenza della Repubblica. Le chiediamo con convinzione di tornare a battersi, esattamente come 28 anni fa ed anche gli avversari dovranno riconoscere la incomparabilità di tutti i nomi in campo rispetto al suo. Dimostri ancora una volta come agisce un vero patriota, un grande statista italiano, mosso dall’interesse esclusivo e preminente della nazione. Forza Presidente, siamo con Lei».