Donazioni dalla famiglia Bin Laden, il Principe Carlo nella bufera

Redazione
31/07/2022

I fratellastri del fondatore di Al Qaida nel 2013 versarono un milione di sterline al suo fondo caritatevole.

Donazioni dalla famiglia Bin Laden, il Principe Carlo nella bufera

Nel 2013 il principe Carlo ha accettato una donazione da un milione di sterline dalla famiglia di Osama bin Laden. Lo scrive il Sunday Times. La somma fu donata al Prince of Wales Charitable Fund dai fratellastri del terrorista fondatore di Al Qaida, ucciso in un blitz Usa in Pakistan due anni prima: Bakr e Shafiq, legati a Osama dal padre comune Mohammed bin Awad bin Laden, miliardario saudita di origini yemenite.

Donazioni dalla famiglia Bin Laden, il Principe Carlo nella bufera: un milione di sterline la somma versata nel 2013.
Carlo, principe di Galles (Andrew Milligan – WPA Pool/Getty Images)

Clarence House: «Sono stati condotti accertamenti»

Il principe Carlo si è incontrato con loro alla Clarence House di Londra il 30 ottobre 2013, scrive il giornale britannico. Nell’articolo del Times non c’è alcuna insinuazione di rapporti con il terrorismo dei due fratelli Bin Laden o di azioni illegali o irregolari da parte del principe Carlo. Che, nonostante obiezioni da parte della Fondazione e dei consiglieri di Clarence House, accettò la ricca l’offerta. Da parte sua, Clarence House contesta le circostanze dell’incontro: la decisione di accettare la donazione sarebbe stata presa solo da agenti fiduciari. Così sir Ian Cheshire, presidente della fondazione: «Sono stati condotti accertamenti di due diligence, reperendo informazioni da una vasta gamma di fonti, incluso il governo».

Donazioni dalla famiglia Bin Laden, il Principe Carlo nella bufera: un milione di sterline la somma versata nel 2013.
Osama bin Laden (Getty Images)

Principe Carlo, la donazione in contanti dello sceicco al Thani

A giugno, sempre il Sunday Times ha rivelato che il principe Carlo aveva accettato denaro per un totale di oltre tre milioni di dollari dall’ex primo ministro del Qatar, lo sceicco Hamad bin Jassim bin Jaber al Thani, tra il 2011 e il 2015: le somme sarebbero state versate in contanti, in tre tranche, in un’occasione in una valigia, in un’altra in una sacca e poi in un’altra ancora nelle borse da trasporto di Fortnum & Mason, grande magazzino londinese che ha vende prodotti di gastronomia provenienti direttamente dalle tenute di Highgrove, di proprietà del Principe del Galles. Clarence House non aveva smentito, precisando che il denaro «è stato immediatamente trasferito a uno degli enti di beneficenza del principe, che ha applicato le procedure previste».