Prezzi delle case, ancora più cari nei prossimi anni: +12% a Milano e +9% a Roma

Annarita Faggioni
02/08/2022

I prezzi delle case si alzeranno nei prossimi anni: le previsioni parlano di un +12% a Milano e di un +9% a Roma rispetto a oggi.

Prezzi delle case, ancora più cari nei prossimi anni: +12% a Milano e +9% a Roma

Il 3,7% degli Italiani sta cercando casa e un altro 9,6% sta per farlo, nonostante i prezzi delle case si stimano in aumento fino al 2024. A dirlo è una ricerca condotta da Nomisma, che ha ritoccato al ribasso le stime per il 2022 e il 2023 rispetto alle previsioni precedenti. A pregiudicare la situazione ci sono fattori che non dipendono dal mercato immobiliare, come l’impossibilità per tanti di accedere al mutuo e la guerra in Ucraina.

Prezzi delle case in aumento nei prossimi anni

Il periodo di previsione dell’ente di ricerca è quello compreso tra il 2022 e il 2024. L’anno in corso dovrebbe finire con un -5,6% rispetto al 2021 ma i dati dell’Agenzia delle Entrate parlano di un +12%. Chi ha ragione? Entrambi, visto che l’ente di riscossione tiene conto solo dei primi tre mesi dell’anno. Il 2023 dovrebbe ancora avere il segno meno, ma nel 2024 dovrebbe arrivare un rincaro fortissimo nel mercato immobiliare.

I prezzi delle case si alzeranno nei prossimi anni. Le previsioni parlano di un +12% a Milano e di un +9% a Roma rispetto a oggi.

Tra i fattori che incidono sul prezzo delle case, il primo è sicuramente il mercato dei mutui. Se nel 2021 questi avevano un importo complessivo di 53,4 miliardi, per il 2022 la stima scende a 47. Lo stesso calo ci sarà anche nel 2023. Ciò vuol dire, in percentuale, che servirà un importo mensile maggiore per poter ottenere lo stesso mutuo, con rate di importo ben diverso. Se – come si nota dai dati – l’80% degli Italiani senza mutuo non compra casa, è logico ritenere che ci sarà un effetto dirompente sulla compravendita degli immobili.

A questo aspetto se ne aggiunge un altro, l’inflazione. Oggi, per comprare casa a Milano, si deve tener conto di un rincaro del 6,3%, ma si arriverà circa al raddoppio (12%) già tra il 2022 e il 2024. Non va meglio per Roma Capitale, che passa dal 4,2% al 9% di rincaro. Aumentano anche i tempi per arrivare al rogito e all’eventuale possibilità di chiedere uno sconto, sempre più risicata dato l’aumento della domanda.

Cosa succede per gli immobili “di impresa”

Anche i cosiddetti immobili di impresa, cioè capannoni, magazzini, ma anche negozi e altre strutture simili, non sono da meno per i rincari. Nel 2022 si parla di un aumento che ha portato a 6,2 miliardi di euro contro i 3,4 del 2021. Anche qui, cifre quasi raddoppiate in un anno.

I prezzi delle case si alzeranno nei prossimi anni. Le previsioni parlano di un +12% a Milano e di un +9% a Roma rispetto a oggi.

Aumenta l’investimento negli uffici, segnale di controtendenza dopo il periodo dello smart working dove si era registrato un rallentamento del mercato degli immobili a uso ufficio. L’80% di questi si conferma in mano a stranieri per un giro di affari davvero enorme.