L’ultima duchessa in Campidoglio di Rosella Bennati, l’ode al Sud di Vasco e le altre pillole del 24 giugno

Gianfranco Ferroni
24/06/2022

La presentazione de L’ultima duchessa in Campidoglio di Rosella Bennati, collezionisti romani in trasferta alle fiere d'arte europee, l'amore di Vasco per il Sud e la Puglia e le altre pillole della giornata.

L’ultima duchessa in Campidoglio di Rosella Bennati, l’ode al Sud di Vasco e le altre pillole del 24 giugno

Nella sala Pietro da Cortona, nei Musei Capitolini di Roma, oggi pomeriggio sarà presentato l’ultimo libro di Rosella Bennati, L’ultima duchessa in Campidoglio, per le edizioni All Around. Un testo da far leggere al sindaco della Capitale Roberto Gualtieri, con l’autrice che affronta la storia complessa e avvincente di Palazzo Caffarelli, oggi sede dei Musei Capitolini, attraverso la forma del romanzo e seguendo le annotazioni e i ricordi fissati in un diario da Vincenza Conti, una popolana che sposò il duca Baldassarre Caffarelli e, alla morte di lui, ne ereditò il palazzo. Storia antica quella dell’edificio: costruito nel 1576-1583 per Ascanio Caffarelli, sorge nella zona della rupe Tarpea, sui resti dell’antico tempio di Giove Capitolino. A discutere con l’autrice della storia e dei misteri della famiglia Caffarelli saranno lo storico dell’arte Claudio Strinati e Antonella Magagnini, già curatrice archeologa presso i Musei Capitolini.

Il libro di un magistrato

A Roma lo Spazio Espositivo Tritone della Fondazione Sorgente Group, cara a Valter Mainetti, ospiterà oggi pomeriggio la presentazione del legal thriller di Marcello Vitale La bolgia dei dannati, edito da Cairo Editore. Vitale è presidente aggiunto onorario della Corte di Cassazione e già presidente della prima sezione penale della Corte di Appello di Roma, e parla della Calabria, sua terra natia, dove il protagonista Aurelio Rasselli, procuratore della Repubblica, si trova alle prese con un’inchiesta complessa ed intricata. Un caso di omicidio, quello di Renzo Giorgetti, freddato nella sua macchina con
due colpi in testa: all’apparenza un classico delitto di ’ndrangheta. L’inchiesta del procuratore Rasselli si muove in uno scenario caotico, evocato anche nel titolo del romanzo, avanzando tra ‘ndrine, sette occulte e pupari. Alle già complicate indagini, si aggiunge la scomparsa di un ragazzo del luogo, Sebastiano Sbranchella, che un anno prima era sparito in circostanze misteriose dopo aver rifiutato l’invito di don Pippo, boss locale, di offrirgli una birra. L’inchiesta di Rasselli spazia anche nel mondo oscuro del web, con individui che utilizzano profili falsi per venerare un sedicente “santone”. Solo in mezzo a mille difficoltà il procuratore riuscirà a dare un nome al colpevole.

Sorcinelli, profumi a due passi dal Vaticano

Filippo Sorcinelli apre la sua casa di profumi d’arte denominata Container_zerozero, il suo primo store monomarca nel cuore di Roma, a due passi dalla Città del Vaticano. Oggi pomeriggio inaugurazione ufficiale per i diciotto metri quadrati che portano la firma di Vera Fraboni, architetto e amica di vecchia data di Sorcinelli che ha concepito lo store ispirandosi alle linee stilistiche del gruppo Site attivo a New York all’inizio degli anni Settanta. La collezione di fragranze vuole raccontare musica, stati d’animo, fenomeni atmosferici, collaborazioni. In altre parole, emozioni.

Quel sudista di Vasco Rossi

Paese che vai, dichiarazione d’amore che trovi. Vasco Rossi ha salutato i 50 mila presenti nello stadio San Nicola di Bari nell’ottava tappa del tour Vasco Live, e ha stupito tutti con un saluto dedicato ai meridionali: «Amo la Puglia e amo il Sud, c’è una fake news che circola da anni, non ce la faccio più, è una balla. Siete una regione stupenda, gente fantastica, si sta molto meglio al Sud che al Nord». Sul palco, poi, per un saluto, è arrivato anche Checco Zalone.

Romani in trasferta ad arte

Vip romani in trasferta per gli appuntamenti internazionali d’arte. Prima una tappa a Basilea, per Art Basel. Passo successivo verso Kassel, per vedere Documenta. Poi a Bruxelles per il Brafa, quindi a Maastricht per il Tefaf. Per poi fare rientro nella capitale, carichi di acquisti da far ammirare agli amici. Sì, i collezionisti sono tornati a comprare opere.

“Un Mare diVino” a Anzio e Terracina

Mare, cantine e cucine: questi gli ingredienti di “Un Mare diVino 2022” che per la sua quarta edizione farà tappa in due delle città di mare più gettonate del litorale laziale nel mese di luglio: venerdì 1 e sabato 2 ad Anzio, venerdì 22 e sabato 23 a Terracina. Ogni giornata dell’evento, dall’aperitivo al dopocena, vini raccontati da sommelier, banchi di degustazione di produzioni vinicole e gastronomiche laziali, performance culinarie ad opera dei migliori chef del territorio di riferimento. Tutto realizzato da RistorAgency e Vero Events, con il patrocinio della Regione Lazio e dell’Arsial: «Con questo evento vogliamo dare il giusto risalto e la legittima importanza alla produzione vinicola del Lazio», spiegano Fabio Carnevali e Stefano Albano, organizzatori della kermesse, «una regione che negli ultimi anni sta conoscendo un crescente successo dal punto di vista della viticoltura, grazie al lavoro dei produttori che hanno deciso di puntare maggiormente sulla qualità, anziché sulla quantità, come invece accadeva in passato».