Politica

Retroscena, potere, analisi e protagonisti: la politica letta attraverso la lente di Tag43.

Il leader della Corea del Nord ha riconosciuto il primo caso di coronavirus nel Paese, a più di un anno dall'inizio della pandemia
Kimasutra
Prima ha ammesso il fallimento del suo piano quinquennale. Poi che i nordcoreani soffrono la fame. Ora svela persino l'esistenza del Covid. I cambi di posizione del dittatore di Pyongyang.
perché la guerra conte grillo preoccupa il governo
Ménace à trois
Al di là dell'esito, la guerra Conte-Grillo preoccupa il governo. Se l'avvocato strappasse creando un nuovo partito, pungolerebbe Draghi sui temi cari al Movimento. Mentre un M5s senza leader difficilmente resterebbe quieto in maggioranza.
Per quattro anni è stato sulle prime pagine di tutti i giornali, poi è sparito e di lui si parla sempre meno. Che fa ora l'ex Presidente?
The Revenant
Trump ha lasciato il buen retiro di Mar-a-Lago per riapparire sulla scena pubblica. Fuori dai social, comunica dal suo sito. Promettendo ai suoi di tornare. Come ancora non si sa.
perché è giusto inginocchiarsi
I genufessi
Su un semplice gesto antirazzista è stata montata una polemica che rivela disinteresse e codardia. Meglio non esporsi e non prendere posizione che inginocchiarsi in campo.
leadership Coraggio Italia: toti contro brugnaro
Foraggio Italia
La neonata formazione di Toti e Brugnaro è già in fibrillazione. Il nodo è la leadership. Il sindaco di Venezia porta gli schei e quindi pretende di comandare. Il governatore e i suoi al momento abbozzano.
Oscar De Montigny, vicino alla candidatura per sindaco di Milano, nel 2019 fu protagonista di una clamorosa gaffe.
Oscar, ma non in citazioni
Oche per farfalle. Al TedX di Cortina nel 2019, De Montigny attribuì a Konrad Lorenz la paternità della teoria del Butterfly effect. Confondendolo con un altro Lorenz: il matematico Edward Norton.
Lo staff di vittorio Colao
Oro Colao
Il ministro per l'Innovazione ha messo in piedi una squadra di prim'ordine che va da Firpo a Fancello, passando da Colucci Fabrizio. Per una spesa complessiva che supera i 500 mila euro l'anno.
Il ministro degli esteri taiwanese alla Cnn: "Dobbiamo prepararci a una possibile guerra con Pechino". La Cina rigetta le accuse
Taiwan non si piega al Dragone
Il ministro degli esteri dell'isola è stato chiaro: «Dobbiamo prepararci a una possibile guerra con la Cina». La situazione di Hong Kong preoccupa i vicini di Pechino, che temono le mire espansionistiche della Repubblica popolare. E nello Stretto risale la tensione.