Politica

Retroscena, potere, analisi e protagonisti: la politica letta attraverso la lente di Tag43.

I problemi burocratici del nuovo parlamento a misura ridotta
Casta piva
Nel 1985 usciva La prevalenza del cretino, di Fruttero & Lucentini. Trentasette anni dopo a che punto siamo? Tag43 tenta di aggiornare l'insuperabile raccolta con una carrellata di ritratti sull'ottusità contemporanea. Partendo dalla politica. Tra strumentalizzazione delle periferie, qualunquismo e retorica sul radical chicchismo.
Il processo Open Arms e la guerra vigliacca tra i peggiori politici
Capitale disumano
Il caso che vede imputato Salvini per non aver fatto sbarcare i migranti lo ricorderemo come il punto più basso della politica in Italia. Visto che anche Conte in tribunale ha ammesso che era tutta propaganda. Sulla pelle di persone inermi. Non in nome della Costituzione o della carità cristiana, ma per tornaconto elettorale.
Articolo Uno, dubbi e incognite sul ritorno nel Pd
Schiena Ditta
Articolo Uno sta con un piede dentro e l'altro fuori dal Pd. Nel partito serpeggiano malcontento e rassegnazione. La Carta dei valori, pass-partout per il rientro degli scissionisti, potrebbe essere presentata addirittura dopo il Congresso. La linea del segretario Speranza non prevede piani B e l'appuntamento al buio convince pochi. Lo scenario.
La mossa dell'Ue contro l'Iran: un nuovo pacchetto di sanzioni
Farsi male
L'Iran continua la violenta repressione contro i manifestanti e subisce nuove sanzioni dall'Europa: pronto un pacchetto Ue che colpisce 40 soggetti a Teheran, tra governatori, ministri e alti funzionari. Dall'inizio delle rivolte il regime ha ammazzato almeno 481 persone, tra cui 64 bambini e 35 donne.
Dalla Florida di Trump e Bolsonaro al Sudamerica: le enclave dell'estrema destra
Casa duce casa
Bolsonaro e alcuni suoi fedelissimi si sono trasferiti a Palm Beach, dove Trump ha la sua Mar-a-Lago. Trasformando così la Florida in un covo di sovranisti e presunti golpisti. Da Yaphank, feudo di hitleriani in Usa, all'Argentina di Perón e alla Spagna di Franco che accolsero nazisti in fuga fino alla Repubblica di Salò, le enclave dell'estrema destra.
Il governo sbaglia Meta: Durigon scambia Facebook con un'azienda di Reggio Emilia. Clamoroso errore del sottosegretario in risposta a un'interrogazione del Pd
Malimortag
Il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon risponde a un'interrogazione presentata dal Pd, ma sbaglia clamorosamente l'azienda in questione. Il documento parlava dei tagli al personale italiano previsti dal colosso di Mark Zuckerberg. Che però il leghista ha scambiato per l'emiliana Meta System.
Il bus elettorale di Moratti: una moda che (purtroppo) continua
Non bus ultra
Anche Lady Moratti ha ceduto alla tentazione del pullman elettorale per apparire vicina alla gente, inserendosi nella tradizione inaugurata da Prodi, proseguita con Veltroni e, più recentemente, resuscitata in versione elettrica da Letta. Renzi, alternativo, scelse il camper, mentre Berlusconi addirittura una nave. È questa (ahinoi) la politica della mobilità italiana.
Anna Maria Bernini e le amiche di Forza Italia riciclate al ministero
Anna Maria piena di grazia
La ministra per l'Università e la ricerca Bernini ha voluto con sé al dicastero due senatrici azzurre non rielette: Fiammetta Modena e Alessandra Gallone. Compensi? 30 mila e 45 mila euro lordi l'anno. Confermato nella squadra anche Paleari, per il Pnrr: 60 mila euro. Solo Nicolais lavorerà a titolo gratuito.