Mondo

Analisi, scenari, protagonisti e i legami delle potenze internazionali con il nostro Paese.

Il rapporto tra Nato e Usa e la posizione dell'Ue
La capanna dello zio Sam
Quella che Mosca sta conducendo in Ucraina non è una guerra agli Stati Uniti, ma all’Europa. Per questo il Vecchio Continente fa bene a puntare sulla Nato a cui l'appoggio di Washington non manca, nonostante la parentesi di Trump. Ma con giudizio. L'analisi.
boris yeltsin e Putin: come è cambiata la russia nei rapporti con l'Occidente
Yeltsin, oggi, domani
Il 23 aprile del 2007 moriva il Corvo Bianco e con lui l'idea di una Russia buona e amica dell'Occidente. A febbraio dello stesso anno a Monaco, Putin aveva tuonato contro le ingerenze Usa e l'allargamento a Est della Nato. Cambiando gli equilibri post Guerra fredda. L'analisi.
il ruolo dell'Europa e la visione della RUssia di Putin
L'Ego di Mosca
I rapporti tra Europa e Russia, con o senza Nato e Usa, non saranno mai semplici fino a quando l'ex Urss continuerà a considerarsi portatrice di una missione imperiale superiore. Tanto da considerare il Vecchio continente una potenziale sfera di influenza. Uno spunto di riflessione per sovranisti e anti atlantisti.
la possibile guerra ibrida che la russia potrebbe iniziare dopo l'Ucraina
Il ritorno delle canaglie
L'invasione dell'Ucraina potrebbe essere solo l'inizio. Sanzionata e isolata, la Russa si sposterà verso l'Asia ingaggiando contro l'Occidente una guerra ibrida e asimmetrica. Tra cyberattacchi, targeted killing e impiego di mercenari. Creando un nuovo Asse del male. Lo scenario.
Un rapporto fotografa lo sforzo in atto di alcuni legislatori e dell'estrema destra per minare la democrazia americana
L'uomo senza voto
National Urban League, organizzazione per i diritti umani, ha denunciato «lo sforzo di legislatori e gruppi di estrema destra per minare la democrazia Usa». Dalle norme che limitano l'accesso ai seggi alle minacce ai funzionari: ecco come si incrinano i principi fondamentali.
profilo di Surkov, il rasputin di Putin
Padre Russia
Da 20 anni è l'eminenza grigia a fianco di Putin. E anche ora che non ha incarichi ufficiali continua ad appoggiare il presidente. Chi è Vladislav Surkov, Rasputin del Cremlino e ideatore della democrazia sovrana.
come uscire dallo stallo ucraino
Mettiamoci il cuore in pace
La Russia intensifica i bombardamenti nell'Est dell'Ucraina. Zelensky, convinto di poter vincere, chiede più armi. E la Nato gliele promette. L'Onu è ostaggio dei veti e la diplomazia rimane al palo snobbata da Putin. Resta da chiedersi perché nessuno senta l'esigenza di ripartire da Minsk 2.
Il futuro di Putin dopo la guerra in Ucraina e lo scontro tra Russia e Occidente
La coscienza russa
Dall'inizio dell'invasione il consenso di Putin è salito dal 71 all‘83 per cento. Più della metà della popolazione appoggia pienamente la guerra. Isolato e sanzionato, il Cremlino proseguirà con una gestione interna sempre più repressiva che difficilmente sarà allentata. Anche in caso di vittoria. Lo scenario.
i fili del groviglio ucraino
Maschere di guerra
Erdogan che cerca di far dimenticare la sua spregiudicatezza. Biden in calo di consensi che continua ad attaccare Putin. L'occasione persa degli Accordi di Minsk 2. E la volontà della Russia di contare in Oriente. Protagonisti e interessi della crisi ucraina.
La guerra in Ucraina e i piani di Putin
RasPutin
La guerra di distruzione è l’unica che Mosca sta vincendo. Ed è quella che più di tutte porterà a una nuova cortina di ferro. Lo zar vuole restaurare l'antica grandezza e la Russia sprofonderà in un futuro buio come il suo passato più buio. L'analisi.
gli interessi di erdogan nella guerra in Ucraona
Ankara di salvezza
Imporsi come mediatore tra Russia e Ucraina rappresenta per Erdogan l'occasione per riabilitarsi a livello internazionale dopo il conflitto siriano e il ricatto sui profughi. Ma anche per risalire nei sondaggi in vista delle elezioni del 2023. Il cui esito è tutt'altro che scontato.