Mondo

Analisi, scenari, protagonisti e i legami delle potenze internazionali con il nostro Paese.

La guerra in Ucraina e i piani di Putin
RasPutin
La guerra di distruzione è l’unica che Mosca sta vincendo. Ed è quella che più di tutte porterà a una nuova cortina di ferro. Lo zar vuole restaurare l'antica grandezza e la Russia sprofonderà in un futuro buio come il suo passato più buio. L'analisi.
gli interessi di erdogan nella guerra in Ucraona
Ankara di salvezza
Imporsi come mediatore tra Russia e Ucraina rappresenta per Erdogan l'occasione per riabilitarsi a livello internazionale dopo il conflitto siriano e il ricatto sui profughi. Ma anche per risalire nei sondaggi in vista delle elezioni del 2023. Il cui esito è tutt'altro che scontato.
le ripercussioni della guerra in Ucraina in Caucaso
La spina nel Caucaso
Mentre Mosca è impegnata sul fronte ucraino, nel Nagorno-Karabakh l'Azerbaigian ha rotto il cessate il fuoco e l'Armenia teme un disimpegno russo nell'area. La Georgia, invece, preoccupata per l'escalation guarda a Occidente. Lo scenario.
L'ultimo invito di Trump a Putin per inguaiare Biden potrebbe avere conseguenze importanti in politica estera ed interna
Ci mancava solo Trump
In un contesto di guerra, non è passata inosservata la richiesta a Putin. Il tycoon ha detto al presidente russo di rivelare informazioni dannose sui Biden. Un invito azzardato che crea imbarazzo nel fronte repubblicano e complica i rapporti esterni.
Da Biden a Macron, le posizioni dei politici sulla guerra in Ucraina sono spesso dettate dall'esigenza di rafforzare il conflitto interno
Mig-term
Biden alza i toni, Macron si fa mediatore. Le Pen rivede le posizioni su Putin, Conte quelle sul Pil italiano per le armi. L'atteggiamento dei politici verso la guerra riflette anche l'esigenza di rafforzare il consenso in vista dei rispettivi impegni elettorali.
perché la turchia media tra Russia e Ucraina
Ankara tu
La Turchia sebbene sia membro della Nato dal 1952 ha sempre mantenuto buoni rapporti sia con la Russia sia con l'Ucraina. Per questo può essere un mediatore credibile per porre fine al conflitto.
Per negoziare Putin non va considerato isolato
Putin in comune
Se da un lato il presidente russo è riuscito a ricompattare l'Ue e dare nuova linfa alla Nato, dall'altro considerarlo totalmente isolato è miope. Turchia, Cina, India, ma anche le petromonarchie del Golfo hanno interesse a mantenere la partnership con Mosca. Per questo è il momento che l'Europa si intesti una proposta seria di negoziato.
Così Vladimir Putin, Xi Jinping e Donald Trump hanno sfidato la democrazia
I Re soli
Hanno sfidato apertamente la democrazia, sostenendo la superiorità dei regimi autoritari. Imponendosi come uomini forti ed eliminando dove possibile i limiti al mandato presidenziale. Cosa accomuna Vladimir Putin, Xi Jinping e Donald Trump.
il cerchio magico di zelensky
Fortezza Zelensky
Dal consigliere Mikhail Podolyak al capo dello staff Andryi Yermak, fino al ministro degli Esteri Dmytro Kuleba e a quello della Difesa Oleksii Reznikov: chi fa parte del cerchio magico del presidente ucraino.
Dal muro di Berlino all'11 settembre i discorsi di Zelensky sono pieni di riferimenti alla storia dei paesi a cui si rivolge
Così parlò Zelensky
Ha citato il Muro rivolgendosi ai tedeschi. L'11 settembre, Martin Luther King e Pearl Harbor nell'intervento al Congresso Usa. E Shakespeare e Churchill con i britannici. Lo storytelling del presidente ucraino per universalizzare la tragedia del suo Paese.
Guerra in Ucraina: quando Zelensky era accusato di essere filo-russo
Quando Zelensky era considerato filo-russo
La sua vittoria nel 2019 venne salutata come un passo avanti dal Cremlino ma anche dall'opposizione. Eppure qualche analista aveva previsto che l'attore prestato alla politica avrebbe rappresentato un problema per Putin. Ecco le posizioni dell'allora candidato su Mosca, Donbass e Crimea.