Italia

Giochi di potere, nomine, protagonisti e retroscena che animano la politica italiana, nazionale e locale.

Crisi e scissioni del M5s colpiscono la comunicazione
Rocco & Roll
I drammi del M5s colpiscono anche la comunicazione. Casalino è caduto nella faida tra Crippa e Conte. Cottone potrebbe lasciare il gruppo alla Camera. E Loquenzi è malvista in Senato. Mentre la scissione degli addetti stampa è dietro l'angolo.
Perché i renziani attaccano Sarzanini sui legami con i servizi
La porti un ceffone a Fiorenza
Luciano Nobili, pasdaran renziano, in un'interrogazione parlamentare chiede conto dei rapporti tra la vicedirettrice del Corriere Sarzanini e l'intelligence. Ultimo capitolo della guerra di Italia viva. Che mira a conquistare più spazio sulle pagine del quotidiano.
Più si avvicina il voto più i politici ricorrono alla menzogna sistematica
I Ballilla
Le canne di Salvini, le spese militari e i balneari di Meloni. E, ancora, le tasse di Toninelli e i cambiamenti climatici di Malan. Più si avvicina il voto più aumenta il ricorso alla menzogna sistematica. Questo autunno a quella energetica e pandemica si aggiungerà la crisi della verità.
L'ira di Draghi dopo la sospensione del decreto contro Toto
Chiodi di Garofoli
Il premier aveva avuto rassicurazioni. Il decreto che toglie al gruppo Toto la concessione di Strada dei Parchi non poteva essere impugnato. Così, quando il Tar del Lazio ne ha sospeso gli effetti, è andato su tutte le furie. Addossando la colpa dello smacco al suo sottosegretario.
I dimaiani si prendono l'ufficio di Conte al Senato ma Crimi non si sposta
Numeri Crimi
Dopo la Camera, il Senato. Il gruppo dei dimaiani trasloca negli spazi che furono del M5s. Di Nicola occuperà la stanza di Conte. L'unico a resistere, per ora, è l'ex viceministro che non si è mai spostato dall'ufficio di reggente del Movimento.