Europa

Gli equilibri delle istituzioni europee e una porta aperta su ciò che accade nei Paesi Ue.

come macron e le pen si preparano al secondo turno
Marine va in ritiro
Sparring partner, prove di dibattito, ripasso dei temi da affrontare. Così Le Pen si allenerà per 48 ore a casa di un amico per il confronto televisivo con Macron di mercoledì prossimo. Il presidente uscente, invece, continua a corteggiare gli elettori di Mélenchon aprendo a sinistra.
Dalla Serbia alla Bosnia Erzegovina passando per Montenegro e Kosovo: l'influenza russa nei Balcani occidentali
Riserbisti
L'influenza russa nei Balcani occidentali potrebbe riaccendere conflitti mai del tutto spenti e riportare l'instabilità nel Mediterraneo. Dal sostegno di Belgrado a Mosca alla questione della Republika Srpska in Bosnia, il quadro della regione.
la germania e il freno all'Ucraina
Alla berlina
Dopo l'iniziale presa di posizione contro la Russia, la Germania frena. Non solo è contraria al taglio del gas di Mosca e all'ingresso dell'Ucraina in Ue, ma tentenna sull'invio di armi pesanti. Una prudenza che indebolisce Scholz in casa e in Europa. Lo scenario.
perché in tutta europa la destra moderata è in affanno
I destratti
La débâcle dei Repubblicani in Francia è l'ultimo atto della crisi della destra moderata europea. Un tracollo che ha colpito la Cdu in Germania dopo l'addio di Merkel e sta consumando Forza Italia, cannibalizzata dai sovranisti e insidiata da Calenda e Renzi. Arrivando fino alla Spagna. L'analisi.
la debacle dei repubblicani e la sconfitta di Pecresse
Droit e rovescio
Con il flop di Pécresse al primo turno delle Presidenziali, l'eredità di Fillon è andata perduta. Nelle storiche roccaforti repubblicane ora è in vantaggio Macron. Mentre il partito di destra rischia di spaccarsi.
il voto in Francia: analisi geografica
La Cortina di Parigi
Macron si rafforza negli ex feudi repubblicani, Le Pen tiene a Nord-est. La Capitale, che snobba la sindaca Hidalgo, spaccata in due: a Est prevale il presidente uscente, a Ovest nei quartieri più popolari vince Mélenchon. E l'estrema destra sceglie Zemmour. L'analisi geografica del voto.
macron le pen: secondo turno
Variante Omacron
A sfidarsi per il secondo turno saranno ancora il presidente uscente e Marine Le Pen. Ma lo scarto tra i due è ridotto. Occhi puntati su Mélenchon che con il suo 22 per cento può fare la differenza. Anche se molti dei suoi elettori potrebbero scegliere l'estrema destra. Il voto archivia Repubblicani e Socialisti. Che sosterranno il leader di En Marche. Lo scenario.
come voteranno i Gilet Gialli alle presidenziali
Pericolo Giallo
Dopo le proteste del 2018-2019 il movimento si è placato. Ma crederlo morto è un errore. Il caro energia dovuto anche alla guerra in Ucraina può farlo riesplodere. Intanto alle urne i Gilet si ricompattano contro Macron, sperando al primo turno nell'exploit di Mélenchon o puntando su Lassalle.