Poliomielite, un caso a New York: è il primo dal 2013

Redazione
22/07/2022

Le autorità sanitarie locali stanno tracciando i contatti per rintracciare eventuali contagiati. Appena un mese fa il virus era stato ritrovato anche a Londra, nelle acque reflue.

Poliomielite, un caso a New York: è il primo dal 2013

A New York è stato registrato il primo caso di poliomielite dopo nove anni. A dare l’annuncio sono state ieri le autorità sanitarie della Grande Mela. Una notizia che scuote i vertici della sanità americana e che arriva a un mese esatto da quanto pubblicato a Londra. Anche nel Regno Unito, infatti, sono state trova tracce del virus, che mancava dal 1984. Il paziente americano colpito dalla polio è stato ricoverato nella contea di Rockland, nel sud-est dello Stato di New York. L’ultimo caso in America era stato registrato nel 2013.

Poliomielite a New York: il paziente non è più contagioso

Non sono stati forniti dettagli né sull’età né su come sia stato possibile che il paziente abbia potuto contrarre la poliomielite. I Centers for Disease Control and Prevention hanno immediatamente attivato il sequenziamento virale, rilevando che il ceppo potrebbe avere avuto origine al di fuori degli Stati Uniti. Ciò che è certo è che i primi sintomi sono comparsi 30 giorni fa e che ora, invece, il paziente non è più contagioso. Patricia Schnabel Ruppert, commissaria sanitaria della contea di Rockland, ha dichiarato: «Stiamo esaminando i contatti stretti del paziente per valutare i rischi per la comunità». Si tenta di capire se il paziente abbia contagiato altre persone, soprattutto nella prima fase della malattia, prima di sviluppare i sintomi.

Poliomielite, un caso a New York: è il primo dal 2013. Scatta l'allarme delle autorità sanitarie locali, che tentano di tracciare gli eventuali contagiati
Un laboratorio americano (Getty)

A Londra trovato il virus nelle acque reflue

Appena un mese fa, nel Regno Unito si era diffusa la notizia del ritrovamento del virus della poliomielite nelle acque reflue di Londra. Le tracce trovate riguardavano alcuni campioni testati già tra febbraio e maggio, riguardanti le zone a nord e a est della capitale inglese. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha immediatamente provveduto a inviare i propri esperti sul luogo, per capire l’entità della trasmissione e se fosse a rischio lo status polio-free del Regno Unito. Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda, infatti, sono stati dichiarati liberi dalla poliomielite nel 2003, non avendo riscontrato alcun caso dal 1984.

Poliomielite, un caso a New York: è il primo dal 2013. Scatta l'allarme delle autorità sanitarie locali, che tentano di tracciare gli eventuali contagiati
Ricercatori all’interno di un laboratorio americano (Getty)