Patente nautica, come sono cambiati i quiz di teoria e gli esercizi di carteggio

Claudio Vittozzi
27/07/2022

Tutte le novità in merito alla patente nautica: sono cambiati quiz teorici ed esercizi pratici per poter ottenere il documento.

Patente nautica, come sono cambiati i quiz di teoria e gli esercizi di carteggio

Ci sono importanti novità per la patente nautica, in particolare relative ai quiz teorici e all’esame pratico oggetto di alcune modifiche per facilitare le promozioni. Ecco tutti i cambiamenti al riguardo promossi da UCINA – Confindustria Nautica, Confarca e Unasca.

Patente nautica: cosa cambia per quiz e pratica

Essendo state eliminate alcune domande storiche dai quiz teorici, questi saranno più semplici e moderne. Inoltre, sono stati eliminati tutti i dettagli tecnici in merito alle difficili nomenclature degli scafi in legno. Ancora, sono state rese più semplici anche le domande sui motori della nave: ora servirà conoscere solo il funzionamento generale del motore della nave.

Infine, novità anche per la tanto temuta prova di carteggio. Le nuove regole stabiliscono che si può fare almeno un errore. Dunque, su quattro quesiti indipendenti, basteranno almeno 3 risposte esatte in un tempo massimo di sessanta minuti.

Per quanto riguarda l’esame pratico, ora si possono avere trenta giorni di tempo per effettuare il secondo tentativo di superamento della prova se si è fallito il primo nonostante il successo della prova scritta. Inoltre, è obbligatorio per conseguire la patente nautica fare almeno cinque ore di manovre.

Quando è obbligatoria questa patente?

Per navigare in mare ci sono tre tipi di patenti nautiche obbligatorie. Queste ultime si dividono dalla lettera A alla lettera C. Tuttavia, quella più ricercata è la patente A dato che permette di avere il comando in barca e di condurre imbarcazioni fino a 24 metri. Tuttavia, la patente nautica A ha diverse limitazioni che possono essere eliminate solo grazie all’esperienza e agli esami svolti.

La patente nautica per unità di lunghezza non superiore a 24 metri è obbligatoria per la navigazione oltre le 6 miglia dalla costa. Per la navigazione nelle acque marittime entro sei miglia, è obbligatoria quando è installato un motore con cilindrata superiore a 750 cc se a carburazione a due tempi oppure a 1.000 cc se a carburazione a quattro tempi fuoribordo.