Pasquale Bacco, ex medico no vax: «Troppi morti sulla coscienza. Il vaccino unica strada»

Redazione
11/02/2022

Dopo essere stato uno dei leader nelle piazze che hanno manifestato contro la vaccinazione, ha raccontato la sua storia. Dal suo dietrofront parte l'appello pro vax.

Pasquale Bacco, ex medico no vax: «Troppi morti sulla coscienza. Il vaccino unica strada»

Uno dei leader no vax dei mesi scorsi, ora ha cambiato fronte. Pasquale Bacco è uno dei medici sospesi dall’Ordine nelle scorse settimane e per lungo tempo ha girato l’Italia per parlare alle piazze, durante le manifestazioni. Ora, invece, è uno dei più grandi sostenitori del vaccino e tramite il suo profilo Instagram lancia continui appelli a favore della campagna vaccinale. L’ultimo è arrivato sul Corriere del Mezzogiorno, durante un’intervista in cui ha parlato anche di un ragazzo di 29 anni morto di Covid: «Aveva nel telefonino i video dei miei comizi sui palchi no vax».

Pasquale Bacco, ex medico no vax: «Troppi morti sulla coscienza. Il vaccino unica strada». Per mesi ha arringato le folle, ora è pro vaccinazione
Pasquale Bacco, medico ex no vax (Instagram)

Pasquale Bacco: «Abbiamo dei morti sulla coscienza»

«Ho visto morire un ragazzo di 29 anni di Covid, quella morte la sento come una mia colpa». Durante l’intervista, Pasquale Bacco racconta quello che è forse l’episodio che lo ha toccato maggiormente in queste settimane. La morte di un uomo no vax, suo fan e con tanto di video sul telefono, lo ha portato anche al confronto con la famiglia. Quest’ultima gli ha confermato la passione del ragazzo per i suoi comizi e su questo si è focalizzato il medico: «Non me lo dicevano con rabbia anzi, e questo mi ha fatto ancora più male. Quando ho visto con i miei occhi la realtà, ho capito che mi ero sbagliato».

Il dietrofront di Bacco

Pasquale Bacco ha riconsiderato tutto il suo percorso. Toccare con mano gli effetti del Covid gli ha fatto cambiare idea: «Siamo stati veramente dei grandissimi bastardi, non mi nascondo, questa è la verità. Andavamo nelle piazze e quando parlavamo sapevamo che le persone volevano sentire cose forti. Quindi provocavi sempre di più. Credo che noi che siamo saliti su quei palchi qualche morto sulla coscienza ce l’abbiamo. Siamo stati dei grandi codardi tutti noi no vax». La conversione è stata già spiegata in alcuni video su Instagram: «Il vaccino è l’unica strada concreta ed efficace per combattere questo virus e questa malattia che stanno uccidendo tantissime persone, tra cui tantissimi giovani, anche sani».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pasquale Mario Bacco (@bacco.pasquale.mario)

Il versante economico 

Bacco ha poi parlato anche del versante economico. Il medico ha avuto un aumento incredibile nel numero di pazienti: «I clienti privati si erano milluplicati. Per una visita potevo chiedere qualsiasi cifra. Come me tanti professionisti». L’ex no vax parla anche delle associazioni: «Quelle che fanno riferimento ai no vax hanno conti in banca con 400mila euro».

Pasquale Bacco, ex medico no vax: «Troppi morti sulla coscienza. Il vaccino unica strada». Per mesi ha arringato le folle, ora è pro vaccinazione
Pasquale Bacco (Youtube)