Oscar 2024, tutte le nomination: c’è anche Io capitano di Matteo Garrone

Fabrizio Grasso
23/01/2024

Il Leone d'Argento a Venezia nella cinquina dei lungometraggi internazionali. Grande favorito Oppenheimer con 13 candidature, davanti a Povere creature! con 11 e Killers of the Flower Moon con 10. Occhio però agli exploit di Anatomia di una caduta e La zona di interesse. Clamorosa esclusione di Margot Robbie fra le migliori attrici.

Oscar 2024, tutte le nomination: c’è anche Io capitano di Matteo Garrone

Al via il conto alla rovescia per la 96esima edizione dei Premi Oscar. L’Academy ha svelato infatti in diretta streaming le nomination per i riconoscimenti più ambiti del cinema internazionale, che saranno assegnati durante la cerimonia del 10 marzo al Dolby Theatre di Los Angeles. Il compito di annunciare le candidature per il 2024 è stato assegnato a Zazie Beetz (Deadpool 2 e Joker) e Jack Quaid (The Boys). Come previsto, il favorito sarà anche in questa occasione Oppenheimer di Christopher Nolan, già mattatore ai Golden Globes e ai Critics Choice Awards, con 13 nomination. Seguono Povere creature! con 11, Killers of the Flower Moon con 10 e Barbie con otto, ma vittima di due soprendenti esclusioni. Out Greta Gerwig per la regia ma soprattutto Margot Robbie, assente nella cinquina per le migliori interpreti principali. Festa per l’Italia, presente tra i lungometraggi internazionali con Io capitano di Matteo Garrone.

Tutte le nomination ai premi Oscar 2024. Italia presente con Io capitano di Matteo Garrone candidato per il miglior film internazionale.
Le statuette che saranno assegnate agli Oscar (Getty Images).

Oscar 2024, tutte le nomination per miglior film e attori

Grande attesa soprattutto per la categoria principale, quella del Miglior film, annunciata fra i boati della gente di Los Angeles. In lizza per il premio Oscar ci sono American Fiction, Anatomia di una caduta, The Holdovers, Barbie, Oppenheimer, Killers of the Flower Moon e Maestro. Presenti anche Povere creature!, Past Lives e La zona di interesse. Quanto agli attori protagonisti, l’Academy ha deciso di nominare Bradley Cooper per Maestro, Cillian Murphy per Oppenheimer e Colman Domingo grazie al film Rustin. E ancora Paul Giamatti per la sua performance in The Holdovers e Jeffrey Wright per American Fiction. Out anche in questo caso, come per i Sag Awards, Leonardo DiCaprio per Killers of the Flower Moon. Fra le donne, ha del clamoroso l’esclusione di Margot Robbie per Barbie. Preferite infatti Annette Bening per Naad e Lily Gladstone con Killers of the Flower Moon. Ci sono anche Carey Mulligan per Maestro, Emma Stone, già vincitrice del Golden Globe per Povere creature!, e Sandra Huller in Anatomia di una caduta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The Academy (@theacademy)

Quanto alle performance di supporto, fra gli uomini poche sorprese rispetto ai precedenti premi assegnati nel mondo. Ci sono infatti Robert Downey Jr., favorito alla vigilia per Oppenheimer grazie anche al Golden Globe, e Robert De Niro per Killers of the Flower Moon. Presenti Sterling K. Brown con American Fiction, Mark Ruffalo per la performance in Povere creature! e Ryan Gosling, l’ormai celebre Ken di Barbie. Fra le donne, la papabile vincitrice del premio Oscar è ancora una volta Da’Vine Joy Randolph con il suo The Holdovers, ma occhio a Emily Blunt per Oppenheimer. Ci sono anche Danielle Brooks per Il colore viola, accanto a America Ferrera (l’indimenticabile Ugly Betty) per Barbie e Jodie Foster per Nyad. Out di lusso Penélope Cruz con Ferrari.

Film internazionale, sceneggiatura, regia e canzone originale, le altre candidature

Tripudio italiano per il miglior film internazionale. Ha ottenuto la nomination dell’Academy infatti Matteo Garrone con il suo Io capitano. Assente Anatomia di una caduta, dovrà vedersela soprattutto con Perfect Days di Wim Wenders e La zona di interesse. Completano la cinquina poi La società della neve e The Teacher Lounge. Grande sorpresa per quanto riguarda le categorie della sceneggiatura originale. Assente di lusso infatti Martin Scorsese con Killers of the Flower Moon. Ci sono invece Anatomia di una caduta, The Holdovers, Maestro, May December e Past Lives. Passando a quelle adattate, l’Academy of Motion Pictures ha deciso di candidare Oppenheimer, Povere creature!, American Fiction, Barbie e La zona di interesse.

Tutte le nomination ai premi Oscar 2024. Italia presente con Io capitano di Matteo Garrone candidato per il miglior film internazionale.
Matteo Garrone con il cast di Io capitano (Getty Images).

Per la regia, concorreranno agli Oscar Christopher Nolan con Oppenheimer, Martin Scorsese per Killers of the Flower Moon e Yorgos Lanthimos con Povere creature!. Se la vedranno con Jonathan Glazer per La zona di interesse e Justine Triet per Anatomia di una caduta. Esclusioni pesanti ancora una volta per Greta Gerwig con Barbie e anche per Bradley Cooper con Maestro e Alexander Payne per The Holdovers. Per la canzone originale sono favoriti What Was I made for di Billie Eilish e I’m Just Ken per Barbie. Quanto alla colonna sonora, occhi puntati su Indiana Jones, Killer of the Flower Moon, Oppenheimer, Povere creature! e American Fiction. Per quanto riguarda i migliori documentari, sarà lotta fra Bobi Wine, The Eternal Memory, Four Daughters, To Kill a Tiger e soprattutto il favorito della vigilia 20 giorni a Mariupol. In merito all’animazione, duello fra Il ragazzo e l’airone di Hayao Miyazaki e Spider-Man: Across the Spider-Verse. Ci sono poi anche Elemental, Nimona e Robot Dreams.

Costumi, trucco e scenografia: tutti i premi tecnici

Durante l’evento di Los Angeles, Quaid e Beetz hanno anche annunciato le nomination agli Oscar per i cosiddetti “premi tecnici”, ossia riservati ai professionisti di determinati settori. Nella cinquina per i migliori costumi ci sono ancora una volta Oppenheimer, Barbie e Killers of the Flower Moon assieme a Povere creature! e Napoleon di Ridley Scott. Per la categoria del trucco e acconciature correranno invece Società della neve, Oppenheimer, Povere creature! e Maestro. Con loro ci sarà anche Golda, film con Helen Mirren nei panni della prima premier israeliana della storia. Poche sorprese invece per quanto concerne la scenografia. Spiccano infatti il biopic di Nolan e il film di Lanthimos, ma anche Killers of the Flower Moon, Napoleon Barbie.

Oppenheimer campeggia anche per quanto riguarda il montaggio. Oltre al film sul fisico nucleare l’Academy ha nominato Anatomia di una caduta, Povere creature!, The Holdovers Killers of the Flower Moon. Per il sonoro invece, nella cinquina spiccano Mission: Impossible Dead Reckoning – Parte 1, The Creator e Maestro, accanto ancora una volta al film di Nolan e a La zona di interesse. L’ultimo capitolo con Tom Cruise nei panni dell’agente Ethan Hunt spicca anche fra gli effetti speciali. Se la giocherà con Godzilla: Minus One, The Creator, Napoleon Guardiani della Galassia Vol.3. Nella fotografia ci sono El Conde, presentato a Venezia, accanto ai mattatori della 96esima edizione Oppenheimer, Killers of the Flower Moon, Povere creature! Maestro.