Oscar 2022: i vincitori e la sberla di Will Smith a Chris Rock

Redazione
28/03/2022

L'Oscar va a Coda-i segni del cuore. Jane Campion statuetta alla regia. Niente da fare per Sorrentino battuto dal giapponese Drive my car. Will Smith prima di essere premiato come miglior attore protagonista salta sul palco e colpisce Chris Rock.

Oscar 2022: i vincitori e la sberla di Will Smith a Chris Rock

L’Oscar del 2022 è andato a Coda-i segni del cuore di Sian Heder. Statuetta anche a Jane Campion, dopo Kathryn Bigelow nel 2010 e Chloé Zhao nel 2021, è la terza donna premiata come miglior regista per Il potere del cane. Non c’ha fatta invece Paolo Sorrentino con il suo È stata la mano di Dio. L’Oscar al miglior film straniero è andato come da previsione al giapponese Drive my car. L’Italia resta dunque a mani vuote. Niente premio né per Massimo Cantini Parrini candidato per i costumi di Cyrano né per Enrico Casarosa candidato per il miglior film d’animazione con Luca (premio vinto dal favorito Encanto). L’Oscar per il Miglior attore protagonista è andato a Will Smith per King Richard – Una famiglia vincente, quello della Migliore attrice protagonista a Jessica Chastain per Gli occhi di Tammy Faye.

 

Oscar 2022: i vincitori e il pugno di Will Smith a Chris Rock
Jessica Chastain Migliore attrice protagonista (Getty Images).

 

A vincere il premio come miglior attrice non protagonista è stata Ariana DeBose per West Side Story di Steven Spielberg, quello maschile è invece andato a Troy Kotsur, papà della protagonista di Coda – I segni del cuore.

 

Nessun discorso di Zelensky, solo un messaggio di sostegno per l’Ucraina

Durante la cerimonia è stato lanciato un messaggio di sostegno per l’Ucraina seguito da un intervento di Mila Kunis, attrice nata a Cernivci. «Nelle ultime settimane, il mondo è rimasto scioccato da un’invasione non provocata e da un atto di aggressione», ha detto Kunis prima di annunciare il brano Somehow You Do, dal film Four Good Days, candidato all’Oscar. Una soluzione di compromesso dopo l’ipotesi di invitare a parlare il presidente Volodymyr Zelensky sponsorizzata da Sean Penn. Se così non fosse, aveva dichiarato l’attore reduce da un viaggio proprio in Ucraina alla Cnn, «mi auguro che ci sia un boicottaggio e un abbandono della cerimonia. L’Ucraina è la punta di diamante della lotta per i sogni della democrazia. Se la lasciamo a combattere da sola, perdiamo la nostra anima come America».

Chris Rock sul palco (Getty Images).

La sberla di Will Smith a Chris Rock

La serata però sarà ricordata per lo scontro sul palco tra Chris Rock e Will Smith. Quello che sembrava essere un siparietto previsto dal copione in realtà è degenerato in una mini zuffa. Rock aveva semplicemente ironizzato sulla testa rasata di Jada Pinkett Smith, moglie dell’attore, chiedendosi se il suo prossimo film sarebbe stato il sequel di Soldato Jane. Jada Pinkett Smith, che soffre di alopecia, è parsa visibilmente infastidita e il marito pochi minuti prima di ricevere la statuetta è salito sul palco colpendo al mento Chris Rock e urlandogli: «Togliti dalla fottuta bocca il nome di mia moglie».  Chris Rock del resto aveva già preso di mira in passato la signora Smith. «Jada Pinkett Smith che boicotta gli Oscar è come se io boicotto i pantaloni di Rihanna, non sono stato invitato», aveva scherzato nel 2016. Durante la pausa pubblicitaria sono andati a parlare con Smith sia la sua agente che Denzel Washington. Interpellato dalla polizia di Los Angeles Chris Rock ha detto che non sporgerà denuncia contro il collega.

https://www.instagram.com/reel/CboaUfkolkt/?utm_medium=copy_link

Una volta sul palco per ricevere l’Oscar Will Smith ha poi svelato le parole che aveva usato poco prima Denze Washington: «È proprio nei momenti più alti che il diavolo viene a tirarti la manica». L’attore tra le lacrime ha chiesto scusa all’Academy ma non a Chris Rock. Dal canto suo l’Academy ha commentato l’accaduto con un tweet: «L’Academy non perdona la violenza in alcuna forma».