Omicidio Chiara Ugolini: suicida in carcere l’uomo accusato di averla uccisa

Barbara Massaro
27/09/2021

Emanuele Impellizzeri, reo confesso per il femminicidio di Chiara Ugolini, si è impiccato in carcere. L'uomo era stato fermato il 6 settembre

Omicidio Chiara Ugolini: suicida in carcere l’uomo accusato di averla uccisa

Si è suicidato in carcere a Verona il presunto assassino di Chiara Ugolini, la 27enne di Calmasino di Bardolino uccisa nell’appartamento dove viveva insieme al compagno il 5 settembre scorso. Emanuele Impellizzeri, il 38enne accusato del femminicidio, si è tolto la vita impiccandosi in cella la notte scorsa.

Omicidio Chiara: confermato il suicidio del killer

Secondo quanto riferito da Gennarino De Fazio, segretario generale dell’Uilpa Polizia Penitenziaria, il corpo senza vita dell’uomo è stato scoperto questa mattina alle 5.30.

«Proprio oggi Impellizzeri sarebbe dovuto essere sottoposto a interrogatorio» precisa ancora il sindacalista. Anche l’avvocato d’ufficio dell’assassino di Chiara ha confermato la morte dell’uomo.

Davanti ai magistrati Impellizari si era sempre avvalso della facoltà di non rispondere. Negli ultimi giorni era stato trasferito dal carcere fiorentino di Sollicciano a quello veronese di Montorio, dove stamani è stato trovato impiccato in cella.

Il femminicidio di Chiara

Impellizzari, che al momento dell’omicidio si trovava agli arresti domiciliari per rissa, era stato fermato in piena notte mentre fuggiva in moto. L’uomo è stato bloccato all’altezza di Firenze lungo l’autostrada A1. Dopo il fermo aveva confessato di aver ucciso la giovane.

Leggi anche: Se il talebano ha le chiavi di casa

Chiara Ugolini, 27 anni, è morta per emorragia interna dopo essere stata colpita più volte e con violenza dal vicino di casa. Impellizzeri, sorpreso da Chiara mentre la guardava dal balcone, ha colpito la donna con tale violenza da causare la lesione degli organi interni. Il killer, per evitare che Chiara chiedesse aiuto e si è servito di uno straccio imbevuto di candeggina che le ha infilato in bocca.

A trovare il corpo della giovane senza vita è stato il fidanzato di lei.

Il ritrovamento del corpo e la caccia al killer

Secondo quanto avrebbe confessato il killer suicida Chiara avrebbe visto Ugolini sul balcone della sua abitazione. L’uomo, che viveva al piano inferiore della palazzina dove Chiara si era trasferita col fidanzato, si sarebbe arrampicato sul balcone di Chiara per guardare dalla finestra la ragazza che era tornata a casa per pranzo lasciando il suo posto di commessa in un negozio di vestiti.

La giovane, dopo essersi accorta della presenza del vicino di casa, gli avrebbe intimato di andarse. Impellizzari, invece, è entrato nell’appartamento e ha iniziato a colpire la donna fino a ucciderla.