Oligarca russo uccide moglie e figlia con un’ascia, poi si suicida

Redazione
21/04/2022

La vicenda è avvenuta in Spagna, dove la famiglia si trovava in vacanza per Pasqua. Il 55enne avrebbe ucciso le due donne prima di impiccarsi in cortile.

Oligarca russo uccide moglie e figlia con un’ascia, poi si suicida

Un’ascia, un coltello, tracce di sangue e tre cadaveri. L’oligarca russo Sergey Protosenya è stato ritrovato impiccato nel cortile della sua villa a Lloret de Mar, sulla Costa Brava spagnola. A rivelarlo è stato il sito spagnolo Telecinco, che ha svelato anche altri dettagli raccapriccianti sulla vicenda. Secondo le prime ricostruzioni, gli agenti della polizia catalana avrebbero ritrovato non soltanto il corpo del 55enne ma anche quello della moglie e della figlia di 18 anni. E accanto a Protosenya le due armi, indice di come l’uomo potrebbe averle uccise prima di togliersi la vita.

Oligarca russo uccide moglie e figlia con un'ascia, poi si suicida. Si tratta del 55enne Sergey Protosenya, trovato impiccato nel cortile della sua villa in Spagna
Sergey Protosenya e la moglie (Facebook)

Sergey Protosenya uccide moglie e figlia e si toglie la vita

Una vicenda che ha sconvolto la cittadina di Lloret de Mar, ma anche la comunità spagnola in generale. Sergey Protosenya avrebbe ucciso a colpi di ascia e forse con l’ausilio di un coltello sia la moglie Natalia, di 53 anni, sia la figlia, appena maggiorenne. L’oligarca si sarebbe poi suicidato, come testimonia il ritrovamento nel cortile. La famiglia era in Spagna per le vacanze di Pasqua. Si tratta del secondo grave episodio in pochi giorni, dopo il ritrovamento dell’ex vicepresidente della Gazprombank Vladislav Avaev, morto a Mosca insieme a moglie e figlia. Una dinamica molto simile, sebbene i media in quel caso parlino di gelosia alla base del duplice omicidio.

Oligarca russo uccide moglie e figlia con un'ascia, poi si suicida. Si tratta del 55enne Sergey Protosenya, trovato impiccato nel cortile della sua villa in Spagna
Vladislav Avaev (Facebook)

Chi era Sergey Protosenya

Sergey Protosenya era un oligarca, che per oltre sette anni ha coperto la carica di vicepresidente del consiglio di amministrazione della società naturale Novatek. Il suo patrimonio stimato è di oltre 400 milioni di euro. Su Twitter tanti utenti in varie lingue, dall’inglese allo spagnolo, imputano a Putin e al conflitto la morte della famiglia. Un mistero che si infittisce, soprattutto alla luce di quanto accaduto appena 3 giorni fa a Mosca con il ritrovamento di Avaev.