Nordio: «Risparmiamo sulle intercettazioni». M5S: «Parole agghiaccianti»

Annarita Faggioni
02/09/2022

La polemica si infiamma sul costo delle intercettazioni, che secondo Nordio sarebbe di 200 milioni di euro all'anno.

Nordio: «Risparmiamo sulle intercettazioni». M5S: «Parole agghiaccianti»

«Visto che la crisi è economica, questa è la priorità. Per uscirne, si può risparmiare anche su tutti gli sprechi che ci sono nel mondo della giustizia, a cominciare dalle intercettazioni telefoniche ambientali che costano duecento milioni di euro l’anno, con i quali si potrebbero assumere segretari e cancellieri per accelerare il corso dei processi. La lentezza della giustizia ci costa 30 miliardi, due punti percentuali di Pil all’anno». Questa è la proposta di Carlo Nordio, ex pubblico ministero e candidato alle prossime elezioni per Fratelli d’Italia. La replica di un’esponente dei 5 Stelle non si fa attendere.

Nordio interviene sulle intercettazioni: la risposta di D’Orso

«Quella del candidato di FdI Carlo Nordio, che vorrebbe far risparmiare lo Stato, eliminando i soldi investiti nelle intercettazioni ambientali da parte della magistratura, è una tesi agghiacciante che denota assoluta mancanza di contatto con la realtà e fa emergere, ancora una volta, come il contrasto alla criminalità non rappresenti una priorità per il partito di Giorgia Meloni» replica la deputata dei pentastellati Valentina D’Orso. La donna faceva anche parte della commissione Giustizia.

Nordio di Fratelli d'Italia chiede di risparmiare sulle intercettazioni. Pronta la replica di D'Orso del Movimento 5 Stelle.
Nordio

«A Nordio, che dice di voler utilizzare i soldi delle intercettazioni per ‘assumere segretari e cancellieri per accelerare il corso dei processi’, voglio ricordare che gli investimenti nel settore della Giustizia effettuati durante la gestione dell’ex ministro Alfonso Bonafede non hanno precedenti nella storia. Questa è la differenza tra chi parla a sproposito e chi agisce attuando programmi mirati» prosegue la D’Orso.

La polemica a Mestre

La polemica era scoppiata dopo che a Mestre l’ex pm aveva dichiarato che le intercettazioni «costano 200 milioni di euro l’anno, sprechi nella giustizia che si possono evitare». Le intercettazioni finiscono così al centro del dibattito per la campagna elettorale.

Nordio di Fratelli d'Italia chiede di risparmiare sulle intercettazioni. Pronta la replica di D'Orso del Movimento 5 Stelle.
D’Orso

«Rimango allibita di fronte a parole, pronunciate tra l’altro da un ex procuratore. Anche se Nordio li considera ‘sprechi’, le intercettazioni ambientali sono strumenti insostituibili nella lotta a corruzione e malaffare, soprattutto in un momento come quello attuale in cui i fondi del Pnrr fanno gola alle mafie» conclude la pentastellata.