Polvere di stella

Redazione
02/02/2022

È morta a 90 anni Monica Vitti. A dare l'annuncio con un tweet l'ex sindaco di Roma Walter Veltroni. Classe 1931, fu musa di Antonioni e protagonista di film che hanno fatto la storia del cinema italiano: da L'avventura a Deserto rosso fino a La ragazza con la pistola. Da tempo soffriva di Alzheimer.

Polvere di stella

A dare la notizia attraverso un Tweet, è stato l’ex sindaco di Roma Walter Veltroni. «Roberto Russo, il suo compagno di questi anni, mi chiede di comunicare che Monica Vitti non c’è più. Lo faccio con grande dolore, affetto, rimpianto». L’attrice aveva 90 anni, li aveva compiuti lo scorso 3 novembre. Nata a Roma nel 1931, Maria Luisa Ceciarelli (il nome d’arte è un omaggio all’amatissima madre Adele Vittiglia) era cresciuta in Sicilia dove la famiglia si era trasferita per seguire il padre ispettore al commercio.

LEGGI ANCHE: Cinque film per ricordare Monica Vitti

Monica Vitti, il diploma all’accademia d’arte drammatica e il film con Antonioni

Affascinata dalla recitazione fin dall’adolescenza, Monica Vitti nel 1953 si era diplomata all’Accademia d’arte drammatica di Silvio d’Amico. Il debutto al cinema risale al 1955 con un piccolo ruolo nell’Adriana Lecouvreur di Guido Salvini a fianco di Valentina Cortese, Gabriele Ferzetti e Memo Benassi. Nel 1960 diventò la musa di Michelangelo Antonioni, suo futuro compagno, nel primo dei quattro film nel segno dell’incomunicabilità: L’avventura. Vitti successivamente conquistò i riflettori internazionali grazie a pellicole come La notte, L’eclisse, Deserto rosso. Nel 1968 fu nominata presidente della giuria al XXI festival del cinema di Cannes, ma le contestazioni del maggio francese raggiunsero la kermesse. Vitti così si dimise dal suo incarico imitata da Louis Malle, Roman Polański e Terence Young. Come conseguenza, quell’anno non venne ufficialmente attribuito alcun premio. Sempre nel 1968 abbracciò la commedia grazie a Mario Monicelli che la scelse come protagonista de La ragazza con la pistola insieme a Carlo Giuffrè. Da quel momento Monica Vitti dominò la scena cinematografica italiana degli Anni 70, lavorando con Dino Risi, Ettore Scola, ma anche con Luis Buñuel con cui nel 1974 gira Il fantasma della libertà (nel cast anche Adriana Asti). Memorabile in coppia con Alberto Sordi in Polvere di stelle.

Addio a Monica Vitti, aveva 90 anni
Alain Delon e Monica Vitti nel 1961 (Getty Images).

LEGGI ANCHE: Il ricordo di Monica Vitti sulla stampa estera

Le ultime apparizioni in pubblico di Monica Vitti

Leone d’oro alla carriera nel 1995, Monica Vitti in totale ha conquistato cinque David di Donatello, 12 Globi d’oro e tre Nastri d’argento. L’ultima apparizione pubblica risaliva a 19 anni fa alla prima teatrale di Nôtre Dame de Paris, quindi il ritiro dalle scene. Infine la malattia, una forma di Alzheimer, che l’ha isolata dal mondo. Una privacy che il marito Roberto Russo difende da anni.

morta monica vitti regina del cinema italiano
Monica Vitti nel 1974 (Getty Images).