Moderna, Pfizer e Johnson, quanto dura la protezione dei vaccini

Redazione
13/11/2021

Uno studio ha analizzato la loro efficacia a sei mesi dalla fine del ciclo vaccinale: ecco i risultati della ricerca effettuata negli Stati Uniti.

Moderna, Pfizer e Johnson, quanto dura la protezione dei vaccini

Dopo sei mesi l’efficacia del vaccino anti-Covid cala. Ormai è appurato. Ma quanto? E cosa cambia da un siero all’altro? La risposta arriva da una ricerca condotta dal Public Health Institute di Oakland, dal Veterans Affairs Medical Center di San Francisco e dall’University of Texas Health Science Center, appena pubblicata su Science, che ha messo a confronto la protezione offerta dai vaccini prodotti da Pfizer-BioNTech, Moderna e Johnson & Johnson. Assente AstraZeneca che negli States non è stato approvato.

Efficacia vaccini, l’effetto-Delta

L’indagine è stata condotta tra febbraio e ottobre 2021 su oltre 780 mila veterani dell’esercito americano, di cui quasi 500 mila completamente vaccinati). I ricercatori hanno scoperto che fino all’inizio di marzo, momento in cui la variante Delta ha iniziato a prendere piede negli Stati Uniti, i tre vaccini erano più o meno uguali nella loro capacità di prevenire le infezioni: la protezione andava dall’86,4 per cento del monodose J&J all’89,2 garantito da Pfizer. Nel giro di sei mesi, però, tutto è cambiato. Con la variante Delta ceppo dominante, l’efficacia per quanto riguarda l’infezione è scesa al 58 per cento per i vaccinati con Moderna, al 43,3 per cento per gli immunizzati con Pfizer e addirittura al 13,1 per cento per chi ha ricevuto il monodose Johnson & Johnson.

Efficacia vaccini, J&J a 1,6 milioni di italiani

«Nonostante l’aumento del rischio di infezione dovuto alla variante Delta, l’efficacia contro i decessi è rimasta alta e, rispetto ai non vaccinati, i veterani completamente vaccinati avevano un rischio molto più basso di morte dopo l’infezione». A proposito del vaccino J&J, in Italia è stato somministrato a 1,6 milioni di persone: le ultime linee guide prevedono che chi si è ha ricevuto il siero Johnson & Johnson possa fare il richiamo da subito, a prescindere dall’età, a patto che siano passati sei mesi dalla somministrazione. Riceverà, come tutti gli altri, un richiamo con Pfizer o Moderna.