L’ultimo Sirtaki

Redazione
02/09/2021

È morto in ospedale a 96 anni Mikis Theodorakis. Da una sua composizione nacque quella che sarebbe diventata la danza greca per eccellenza.

L’ultimo Sirtaki

Era il re del sirtaki, la popolare danza di origine greca. È morto in ospedale, ad Atene, all’età di 96 anni Mikis Theodorakis, probabilmente il più grande compositore ellenico della storia. La sua lunga vita fu una montagna russa di emozioni, nella quale alternò una fama enorme a momenti di grande dolore, incrociando nel suo percorso molti degli eventi più significativi e, per certi versi drammatici, del ‘900. Nato il 29 luglio del 1925 nell’isola di Chio, si divise tra la passione per la musica e l’impegno politico, che lo condusse appena diciottenne ad entrare nella resistenza contro i nazi-fascisti. Una scelta coraggiosa, in seguito alla quale subì arresti e torture. Stessa sorte gli toccò durante la dittatura dei colonnelli, tra il 1967 e il 1974, quando venne imprigionato e la sua musica messa al bando. Sirtaki compreso, del quale fu l’inventore. Il ballo, infatti, non è retaggio della tradizione popolare, ma venne creato da Theodorakis che si ispirò all’antica hasapiko. La melodia fu colonna sonora della pellicola Zorba il greco con Anthony Quinn ed oggi è tra le espressioni più conosciute della cultura ellenica.

Theodorakis, dalla prigione a deputato del Partito comunista

Caduto il regime, venne eletto deputato nelle file del Partito comunista greco e fu la figura attorno a cui si strinse un Paese martoriato da anni repressione e difficoltà. Instancabile la sua produzione, legata soprattutto a film diventati veri e propri cult. Nel 1962 firmò la colonna sonora di Fedra di Jules Dassin, mentre nel 1967 Serpico, la vera storia del poliziotto omonimo interpretato da Al Pacino vinse l’oscar come Miglior film straniero. Forte anche il suo legame con l’Italia: insieme a Iva Zanicchi scrisse Caro Theodorakis…Iva, e al fianco di Milva Come spiegarti, disco d’oro nella versione in lingua tedesca. Nel 1988 diresse la prima assoluta di Zorba il Greco all’Arena di Verona, con i ballerini Vladimir Vasiliev e Gheorghe Iancu.