Scarpa d’oro

Redazione
25/10/2021

Le calzature indossate da Michael Jordan alla prima stagione da professionista, sono state vendute all'asta per un milione e mezzo di dollari. È il prezzo più alto mai pagato per delle sneakers in una gara al rialzo.

Scarpa d’oro

Un milione e mezzo di dollari. Tanto è stato speso per una vera e propria reliquia dello sport. Sono le scarpe di Michael Jordan, il più forte giocatore di pallacanestro di sempre, battute all’asta da Sotheby’s la scorsa domenica. Una cifra record, mai raggiunta per un paio di sneakers in una gara a rialzo, come riporta l’Nbc. Ad aggiudicarsele il collezionista Nick Fiorella. Le calzature sono del 1984, quando il numero 23 non era ancora una leggenda, ma un rookie (esordiente) e risalgono alla quinta partita disputata nel principale campionato Usa dal classe 1963. Il modello, Nike Air Jordans bianco con suola e riporti rossi, fu uno dei primi di grande successo del marchio, che, creato nel 1971, proprio in quel periodo si stava affermando sulla scena internazionale.

Leggi anche: I segreti delle scarpe di Marcell Jacobs

A disegnare il primo modello usato dal neoprofessionista Jordan fu Bruce Kilgore. Le scarpe in buone condizioni, come ha detto la stessa Sotheby’s, mostravano esclusivamente qualche segno di usura del campo, una medaglia al valore per gli appassionati. A fornirle, scrive il Guardian, Tommie Tim III Lewis, ex giocatore e all’epoca raccattapalle per i Denver Nuggets.

Le scarpe di Michael Jordan da record e il boom delle sneakers all’asta

È l’ennesimo record per Michael Jordan, che nell’occasione ha persino battuto se stesso. Un paio di Air Jordan, linea dedicata al fuoriclasse dal colosso dell’abbigliamento sportivo, venne infatti battuto per 615 mila dollari nel 2020 da Christie. Meglio di tutti, però, hanno fatto le Air Yeezy 1, indossate dal rapper Kanye West e vendute per 1 milione e 800 mila dollari. In quel caso, tuttavia, si trattava di una vendita privata e non di un’asta. Testimonianze diverse che raccontano di un mercato in grande ascesa, in cui l’abbattimento di primati è all’ordine del giorno. A ciò ha contribuito in maniera decisiva The Last Dance, documentario ESPN/Netflix, sulla carriera di Jordan che ha riportato alla mente i fasti del campione e acceso le fantasie dei fan.