Salvini: «Non c’è problema, il centrodestra si ricostruisce»

Redazione
01/02/2022

Dopo lo scontro con Giorgia Meloni e l'idea di una federazione in stile partito repubblicano, il leader della Lega parla del suo partito, definendolo «compatto», e respinge le critiche di una coalizione smembrata.

Salvini: «Non c’è problema, il centrodestra si ricostruisce»

Dopo la rielezione di Sergio Mattarella, per la seconda volta Presidente della Repubblica, nel mondo politico italiano tiene banco la spaccatura all’interno del centrodestra. I protagonisti dello scontro sono, come sempre, il leader della Lega Matteo Salvini e la deputata di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Quest’ultima ha accusato il primo di aver fatto qualcosa di «folle», parlando del sostegno a Mattarella durante l’ultimo giorno di votazioni per il Quirinale. Lui, invece, ieri ha proposto l’idea di una federazione del centrodestra in stile partito repubblicano americano, poi ha incontrato Berlusconi e, infine, ha parlato di una «Lega compatta» a pochi istanti dall’inizio del consiglio federale del partito.

Salvini: «Non c'è problema, il centrodestra si ricostruisce». Il leader della Lega parla del suo partito «compatto» e risponde alle critiche
Il leader del centrodestra: Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini (Getty)

Salvini: «Il centrodestra si ricostruisce»

«La Lega è compatta e il centrodestra si ricostruisce, non c’è problema». Matteo Salvini è sicuro: non c’è alcuna disunione all’interno della coalizione e si proseguirà insieme, anche dopo i fatti del Quirinale. Arrivato in via Bellerio a Milano, dove si tiene il consiglio federale della Lega, il leader del partito ha anche sottolineato di lavorare «per unire, per raccogliere e andare oltre». Prima del suo ingresso, il segretario leghista ha parlato anche del suo incontro con Silvio Berlusconi. «L’incontro con è andato bene», ha spiegato, «soprattutto perché era il primo giorno che passava fuori dall’ospedale. Quindi al di là della politica sono contento di aver riabbracciato un amico che ha passato brutti momenti. La cosa bella di ieri è stato quell’abbraccio perché per me prima delle politica vengono altre cose».

Salvini sul Quirinale: «Messo fine a ipocrisie»

Matteo Salvini, inoltre, torna a parlare anche dell’elezione del Presidente della Repubblica. Il leader della Lega si definisce «contento di essere colui che ha messo fine alle ipocrisie dicendo “piuttosto che andare avanti con i no reciproci chiediamo un sacrificio a Mattarella”, e lo rivendico». Una risposta velata chi lo attacca, come Giorgia Meloni. La divisione tra Lega e Fratelli d’Italia non appare di facile risoluzione. Proprio sulla questione, Salvini ha di chiarato di non rispondere «a chi critica, né da destra né da sinistra».

Salvini: «Non c'è problema, il centrodestra si ricostruisce». Il leader della Lega parla del suo partito «compatto» e risponde alle critiche
Giorgia Meloni e Matteo Salvini (Getty)