MasterChef Italia 13, le novità della nuova stagione

Redazione
11/12/2023

Confermati Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, ma prenderà parte al programma anche un terzo "giudice ombra". L'appuntamento è per giovedì 14 dicembre alle 21.15 su Sky.

MasterChef Italia 13, le novità della nuova stagione

Giovedì 14 dicembre, a partire dalle 21.15, torna su Sky la 13esima stagione di MasterChef Italia. E in attesa dell’appuntamento, cresce tra i fan la curiosità sulle novità introdotte in questa nuova stagione nello show di cucina più popolare della tv.

La novità del “giudice ombra”

Oltre al solito trio dei giudici Bruno BarbieriAntonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, prenderà parte al programma anche un giudice misterioso: una persona che durante i Live Cooking osserverà in incognito il lavoro degli aspiranti chef, esprimendo alla fine un parere sul loro operato che potrebbe influenzare la decisione dei tre giudici nella selezione della nuova classe di cuochi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MasterChef Italia (@masterchef_it)

Gli ospiti della tredicesima stagione

A far visita ai giudici e ai concorrenti torneranno due vecchie conoscenze di MasterChef Italia: Joe Bastianich e il maestro pasticcere Iginio Massari. Tra gli altri ospiti ci saranno Alex Atala, chef del bistellato del DOM di San Paolo in Brasile, Chiara Pavan, una stella Michelin e stella verde per la sostenibilità, poi Assaf Granit, chef da una stella Michelin originario di Gerusalemme che ha portato la cucina mediorientale nei suoi ristoranti tra Parigi e Londra e Mory Sacko, astro nascente della cucina francese.

Le location e le prove

Per la tredicesima stagione vengono confermati  gli stress test (durante i quali sarà introdotto una novità), gli invention test, le mistery box, i pressure test, gli skill test e le prove in esterna. Per quest’ultima categoria, tra le località scelte figurano Messina, un torneo di padel pieno di sportivi famosi, la Val di Chiana, una caserma dei Vigili del fuoco di Roma e il museo del Cinema di Torino.