Mario Sechi: età, biografia e carriera del giornalista e direttore responsabile di Libero

Redazione
26/01/2024

Nel 2023 è stato capo dell'ufficio stampa della presidenza del Consiglio. In passato ha assunto incarichi di rilievo a L'Unione Sarda, AGI e Il Tempo.

Mario Sechi: età, biografia e carriera del giornalista e direttore responsabile di Libero

Mario Sechi, nato a Cabras il 29 gennaio 1968, è un giornalista italiano, direttore responsabile del quotidiano Libero dal settembre 2023. In passato è stato direttore del Tempo (2010-2013) e dell’agenzia AGI (2019-2023), oltre che capo dell’ufficio stampa della presidenza del Consiglio (2023).

Mario Sechi: biografia e carriera

Dopo aver studiato giornalismo alla LUISS di Roma, ha iniziato la sua carriera nel 1992 presso L’Indipendente. Nel 1994 è entrato a far parte del Giornale, dove ha ricoperto il ruolo di caporedattore a Genova e successivamente a Milano. Dal settembre 2000 al novembre 2001 ha diretto L’Unione Sarda. Tornato al Giornale nel novembre 2001, ha assunto il ruolo di vicedirettore e capo della redazione romana. Nel 2009 è stato nominato vicedirettore di Libero e ha diretto Il Tempo dal febbraio 2010 al gennaio 2013. In quell’anno si è candidato alle elezioni politiche con il movimento Con Monti per l’Italia, ma non è stato eletto. Tramontato il sogno politico, è tornato al giornalismo a tempo pieno. Dal 2013 al 2017, è stato commentatore de Il Foglio e autore/commentatore fisso di Mix24 su Radio 24.

Mario Sechi: età, biografia e carriera del giornalista e direttore responsabile di Libero
Mario Sechi e Giorgia Meloni (Imagoeconomica).

Ha lavorato anche in televisione, partecipando a programmi come Sunday Tabloid e 2Next su Rai 2, e ha scritto per il mensile Prima Comunicazione sui temi del giornalismo e della privacy. Dal 2017 dirige il trimestrale WE – World Energy del gruppo Eni sulla geopolitica dell’energia. Nel 2019 è stato nominato direttore responsabile dell’agenzia di stampa AGI, ma ha lasciato il ruolo nel 2023 per diventare responsabile dell’ufficio stampa e relazioni con i media della presidenza del Consiglio. Successivamente, il 6 settembre 2023, è diventato direttore responsabile del quotidiano Libero sostituendo Alessandro Sallusti.