Un buon Macbook non si giudica dalla copertina

Fabrizio Grasso
10/08/2021

Da sempre tra i laptop più gettonati, adesso i dispositivi Apple beneficeranno anche di un chip personale, l'M1. Consigli, prezzi e caratteristiche per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.

Un buon Macbook non si giudica dalla copertina

Se a un tavolo fossero seduti virtualmente tutti i migliori laptop sul mercato, un posto d’onore spetterebbe alla Apple. Da anni i Macbook della casa di Cupertino sanno offrire agli utenti prestazioni elevate e alta affidabilità con pochi eguali nel mondo tech. Un’ulteriore sterzata al mercato è arrivata poi nel 2020, quando Tim Cook e compagni hanno deciso di fornire ai loro device un chip personale al posto dei vecchi Intel. Si chiama M1, ma non ha nulla a che vedere con la moto da corsa guidata per anni da Valentino Rossi. Come gli iPhone, funziona su architettura ARM e offre un maggiore controllo su hardware e software. Inoltre, rende i laptop più potenti ed efficienti dal punto di vista energetico, fattore che si traduce in prestazioni e durata della batteria notevolmente migliorate. Tuttavia, molti device Apple in vendita sono ancora dotati di chip Intel, rendendo più difficile la scelta di acquisto. Ecco, allora, i quattro migliori Macbook che potreste trovare online o sugli scaffali, analizzati da Wired.

I 4 migliori Mackbook presenti sul mercato

1- Apple Macbook Air: un vero tuttofare

Il top di gamma di Apple è senza dubbio rappresentato dal Macbook Air. Uscito nel 2020, l’ultimo prodotto di Cupertino è dotato di chip M1, uno schermo da 13 pollici, 256 Gb di archiviazione minima (c’è anche la versione con 512) e 16 Gb di Ram. Sebbene non possieda il chip x86 di Intel, è compatibile con tutte le applicazioni realizzate per il vecchio processore grazie a uno strumento chiamato Rosetta 2 che si scaricherà automaticamente con ogni download. La batteria sembra infinita, tanto che in 10 ore continue di lavoro con uso simultaneo di app e pagine web la carica scende solo dell’80 per cento. Non è dotato di ventola, pertanto è perfettamente silenzioso anche sotto stress e non raggiunge mai elevate temperature. Il prezzo della versione da 256 Gb è di 1159 euro, mentre si sale a 1429 euro per quella da 512.

2- Apple Macbook Pro 2020: il segreto è la potenza

Veloce quanto il Macbook Air, ha una ventola che consente al processore di riscaldarsi un po’ di più e di aumentare la potenza per un periodo prolungato. Come sottolineano gli esperti di Wired, è il modello giusto per coloro che lavorano con app intensive come l’editing video e il coding. Fra i vantaggi rispetto dell’Apple Macbook Pro 2020, però, ci sono una batteria (se possibile) ancora più longeva, altoparlanti e microfono più efficienti, uno schermo (anche in questo caso da 13 pollici) più luminoso e una Touch Bar nella parte superiore della tastiera. Il modello da 13 pollici parte da 1479 euro (ma si arriva fino a 2459), mentre se si sceglie quello da 16 pollici bisognerà sborsare fino a 2799 euro.

3- Apple Macbook Pro 2019: per chi vuole sentirsi al cinema

Sebbene rappresenti la versione antecedente rispetto a quella dotata di chip M1 uscita nel 2020, il Macbook Pro del 2019 ha ancora un grande vantaggio per coloro che hanno bisogno di una grafica iperdefinita. Lo schermo da 16 pollici è spazioso e nitido, mentre gli altoparlanti sono i migliori che si possono trovare su un laptop. Eccezionale anche la qualità dei microfoni, così come il processore Intel Core i7 di nona generazione. La scheda grafica AMD dedicata offre grande spinta sia durante le sessioni di lavoro che durante il gaming, anche se diventa molto rumoroso e la batteria si scarica rapidamente con attività intensive. Il prezzo, su Amazon, è di 2381 euro.

4- Apple iMac, fedele compagno di scrivania

Se si è alla ricerca di un pc potente ma non è necessario che sia portatile, allora Apple non offre nulla di meglio del nuovo iMac. Uscito nel 2021, ha uno schermo da 21 pollici dallo spessore di soli 11 millimetri con display retina 4,5K. Il processore M1 è in grado di offrire prestazioni sempre ottime sia per l’editing dei video che per la riproduzione videoludica. Vanta uno spazio di archiviazione di 2 Tb e una memoria Ram di 16 Gb. Le principali pecche sono l’assenza di una porta Ethernet e di una tastiera che consenta l’accesso con Touch ID. Inoltre, il modello base offre solo due porte USB-C. Il prezzo è di 1499 euro, mentre si sale a 1719 euro con aggiunta di SSD da 256 Gb e a 1949 con unità SSD da 512 Gb