Luis Fernando Ruggieri, chi è il cassiere ucciso al Carrefour di Assago

Debora Faravelli
28/10/2022

Gli studi scientifici, oltre vent'anni di esperienza nei supermercati e una laurea conseguita durante il lockdown: la vittima dell'aggressione nel milanese.

Luis Fernando Ruggieri, chi è il cassiere ucciso al Carrefour di Assago

É Luis Fernando Ruggieri la vittima dell’accoltellamento avvenuto giovedì 27 ottobre 2022 al centro commerciale Milanofiori di Assago. 46 anni e di origini boliviane, l’uomo si trovava alla cassa quando un coetaneo con problemi psichici ha colpito diverse persone con un coltello prima di essere immobilizzato e arrestato dalle forze dell’ordine.

Luis Fernando Ruggieri: chi è la vittima di Assago

Dipendente da oltre 20 anni in diversi supermercati, in cui ha svolto le mansioni di assistente alle vendite, vice responsabile, addetto di magazzino e cassiere, lavorava al Carrefour di Assago da più di due anni. Come spiegato da Giovanna Fontana, ex dipendente della catena oggi in pensione, non avrebbe nemmeno dovuto trovarsi alle casse al momento dei fatti: «Lui lavorava in reparto, il suo settore di competenza era quello delle acque minerali. Ma, a volte, gli chiedevano di aiutare in cassa, può succedere».

Accoltellamento ad Assago (Getty Images)

Come si evince dal suo profilo Linkedin, Luis era arrivato nel colosso francese dopo una lunga carriera in Esselunga (21 anni e mezzo) e una serie di brevi esperienze formative in Auchan, Amazon ed Eurospin. Dopo aver frequentato il liceo scientifico, si era iscritto alla facoltà di Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano da studente lavoratore. Studi abbandonati per poi essere ripresi durante il lockdown quando, approfittando della pausa forzata, ha frequentato e concluso la facoltà di Scienze biologiche presso l’ateneo online Unicampus.

L’uomo era stato ferito all’addome e al torace

Una vita spezzata a causa di un uomo che, «avendo visto le persone felici e avendo provato invidia», ha preso un coltello dall’espositore e ha iniziato a colpire i primi soggetti che si è trovato vicino. Tra questi anche il difensore del Monza Pablo Marì, trasferito in codice rosso al Niguarda ma non in pericolo di vita. Luis Fernando ha riportato ferite al torace e all’addome e i sanitari del 118 l’hanno rinvenuto in arresto cardiocircolatorio. Subito sottoposto a manovre di rianimazione, lo hanno trasportato all’Humanitas di Rozzano dove, a causa della gravità delle lesioni, ha perso la vita.

Carrefour di Assago (Getty Images)

Questa la nota di Christophe Rabatel, CEO di Carrefour Italia: «Siamo profondamente addolorati nell’apprendere del decesso di un nostro dipendente in seguito all’aggressione verificatasi oggi nell’Ipermercato Carrefour di Assago. Ci stringiamo attorno alla sua famiglia, con cui siamo in contatto per esprimere il nostro cordoglio». A seguito dell’episodio, la catena ha ritirato i coltelli dagli scaffali di tutti i suoi supermercati per evitare che qualcun altro emuli il gesto del killer.